Muoversi a Napoli

Ho letto da Caffeina un commento di Nando che – da par suo – sottolinea la differenza fra il modo di camminare nella folla a Milano e l’equivalente napoletano.
Mentre scrivevo lì il mio commento, mi è venuto in mente un passo, che vi riporto, letto quest’estate in un libricino molto bello, "Napòlide" di Erri De Luca (una bella recensione qui).

Da Napoli è stato bandito l’agio di muoversi. Il passante si inoltra nel labirinto cieco del tocco e del ritocco, dell’invadenza del prossimo tuo presso se stesso. Struscio, scansamento, rinculo e percussione sono tecniche primarie del procedere. E’ invece vana la simulazione della fretta, pantomima altrove efficace a farsi largo. La fretta qui è considerata la manifestazione di un disturbo nervoso. Si è parte di una vischiosità generale che non si può aggirare, in cui si districa meglio chi più sguscia sfruttando la spinta dei corpi altrui, anziché esercitarne una propria. Si è immersi per strada in una dinamica dei fluidi. Non è stata estratta una formula che illustri questo fenomeno: che le strade di Napoli sono flussi regolati da una crisi. Al punto di massimo intralcio si determina una fluidità che sospende in parte la gravità dei corpi, dotandoli di leggerezza e di oleodinamicità. E’ l’effetto che si manifesta nella vasca dei capitoni.

 
da "Napòlide" di Erri De Luca
libreria Dante & Descartes
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Muoversi a Napoli

  1. Ferdinando ha detto:

    Ecco la differenza… a Napoli c\’è un moto viscoso della folla, mentre qua a Milano tutto è senza attrito e le persone sono sparate le une contro le altre😀

  2. Donatella ha detto:

    Di solito non amo camminare nelle strade eccessivamente affollate, mi prende una sorta di "claustrofobia", ma a Napoli diventa quasi una cosa naturale. Si scivola gli uni contro gli altri, quasi modellando la propria presenza e la propria morfologia al corpo degli altri. Proprio come descrive Erri De Luca. Da queste parti la gente non è così "fluida", ti urta contro in malo modo: se ha deciso di seguire la propria traiettoria non guarda in faccia a nessuno, non ci prova neanche a scansarsi. 🙂
    Buona giornata

  3. soleluna ha detto:

    Chi sa "districarsi" tra le strade di Napoli può andare ovunque, fidatevi.
     
    (Dicussione tra me e due torinesi:
    Io: Eh, guardate,quando vado in Facoltà c\’è un tale casino su mezzi pubblici che preferisco andare a piedi…
    Torinese 1: Ma davvero? Scusa, ma verso che ora vai in facoltà?
    Io: 9, 9 e mezza, dipende dai corsi
    Torinese 2, guardando sbigottito l\’altro: Ma da noi a quell\’ora non c\’è nessuno in giro! Sono tutti al lavoro!
     
    … sarà per questo che a quasiasi ora del giorno e della notte le strade di Napoli brulicano di gente?!) 

  4. Lilla ha detto:

    Concordo con Soleluna!!! Dopo aver guidato (ma solo sulla tangenziale!!) a Napoli … non mi spaventa neanche la Formula 1!!
    Detto questo … ho notato anch\’io la differenza tra "folla" e "folla" … anche Roma, non ti regala niente in quanto a confusione … ma anche qui la gente ti spintona, ti travolge … a Napoli invece sono stata "dolcemente trasportata dal fiume di persone" … durante una passeggiata a S. Gregorio Armeno … non sono riuscita a vedere quasi nulla … ma mi sono sentita … come dire … "protetta"!!!🙂
     

  5. rosa ha detto:

    Questa fotina mi piace proprio🙂 Attento a non perderti, eh!!!

  6. Lucia ha detto:

    Vogliamo parlare di Palermo?Vogliamo parlare di New York?Prima o poi col tempo descriverò…ma l\’avventura più grande a palermo non è camminare…ma riuscire a prendere un mezzo pubblico e riuscire a scendere alla fermata desiderata senza dover fare quasi a cazzotti con gli altri fortunati compagni di viaggio.Ma ci sarà tempo, forse!Un abbraccione

  7. Manola3 ha detto:

    Da noi, per noi intendo quella della Val Padana, quando camminiamo, sembriamo sempre in processione: che sia lo spirito della Baslitica del Santo ad imporci questo buffo modo di inoltrarsi nelle vie e in bocca ai borseggiatori che la fanno da padrone???
    A volte la gente ti urta malamente, biciclette che corrono contro mano sui marciapiedi e se gli dici qualcosa ti rispondono pure cafonescamente. So, forse hanno ragione a chimarci "polentoni" ….

  8. Mauro ha detto:

    io di solito percorro le strade parallele….
     

  9. agnese ha detto:

    Dai, troppo significativo l\’andamento cuoncio cuoncio dei napoletani…

  10. Virginia ha detto:

    brrrr… per fortuna a napoli non ci vado quasi mai! – gli assembramenti corposi mi danno l\’orticaria! 
     
    (tutto bene?)

  11. agnese ha detto:

    Cara virginia, vacci a Napoli e vedrai che ti passa pure l\’orticaria!!!

  12. Virginia ha detto:

    mio caro, se uno dovesse morire pensando all\’eventuale conforto dei due "cofani" di agosto, secondo me ci rinuncia- a morire! è  divertentissimo, non m\’era mai capitato di vederlo.
    mi fa pensare ad una scenetta che mi raccontò anni fa una mia collega. il suo papà e l\’amico " costretto" – come diceva lei – avevano l\’abitudine di fare una passeggiata ogni mattina. un giorno capitano davanti ad una vetrina. guardano dentro e uno fa all\’altro < peppì, guarda che bel tavolo! > e quell\’altro < uagliò, guarda meglio è nu tavut! > e il primo, non contento < serve sempre per far mangiare qualcuno! > la visione di un ottimista amico dei vermi!
    buongiornoxxx

  13. La Gatta ha detto:

    …io mi chiedo, in relazione al commento di soleluna, dove vadano girando i romani a tutte le ore!!!
    :-S
     
    quando stavo a napoli (piazza dante per i napoletani), solo solo che mi muovevo in direzione "spaccanapoli e dintorni" solo fino a metà novembre e poi dopo natale…
    ricordo una volta che vennero amici romani…l\’8 dicembre!
    "andiamo a vedere i rpesepi, andiamo a vedere i rpesepi!"

    va bene, d\’accordo.
    li accompagnammo all\’inizio della via…
    "ecco, i presepi sono qui….andate dritti, non potete sbagliare…ci vediamo alla fine della fila…"
     
     

  14. donnarock ha detto:

    Ciao Federico, passo per un salutino veloce veloce.
    Ti auguro una splendida giornata🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...