La seconda notte

Non soffro particolarmente il jet lag, e in generale riesco a adattarmi abbastanza bene ai drastici cambi di fuso orario a cui spesso sono sottoposto.
Il ciclo del mio sonno si regolarizza abbastanza presto e tutt’al più (quando sono in viaggio) riduco le mie ore complessive di sonno. E non ricorro a trucchi particolari o a pastigliette che aiutano o dovrebbero aiutare un sonno regolare.
In realtà, ci sono altre funzioni fisiologiche che mi creano qualche problemino in più, perché si presentano in orari che risultano essere sconvenienti. Ma non mi sembra il caso di entrare in dettagli.

fusi

Quella che più mi da noia, regolarmente e invariabilmente, è la seconda notte in una zona a fuso orario "lontano", nella quale devo mettere in conto una più o meno totale insonnia.
Infatti, nella prima notte sei stanco per il viaggio appena concluso, e quindi dormi come un bambino qualunque sia l’ora a cui vai a letto.
Nella seconda credi ingenuamente di aver preso un ritmo normale, vai a letto all’ora del luogo, magari ti addormenti subito, ma dopo un’oretta per un motivo qualsiasi ti svegli, e quindi succede una delle due seguenti cose.
Se hai viaggiato verso ovest (sei partito da casa e sei andato in California), quando ti svegli in Italia è già il mattino dopo. Quindi, anche se tu hai dormito solo un’ora, quel bastardo del tuo orologio italiano interno ti dice "ma che sei matto? dormire fino a tardi è immorale…". Tu provi a restare a letto, ma non riesci a prendere sonno, e ti innervosisci sempre di più: tanto vale alzarsi e leggere un libro, o intontirsi di tv americana, o vagare in internet.
Se hai viaggiato verso est (p.es. sei andato in Indonesia, oppure sei tornato a casa dall’America), quando ti svegli in Italia è ancora tardo pomeriggio. Anche in questo caso hai dormito solo un’ora, ma anche in questo caso quel bastardo del tuo orologio interno ti dice "durata abbastanza la pennichella pomeridiana, eh? Adesso è ora di continuare la giornata". E anche qui non ti addormenti più.

A me la notte scorsa è successo così, dopo un’ora e mezza di sonno, mi sono risvegliato e non sono riuscito più ad addormentarmi fino alle cinque e mezza.

Adesso vado incontro alla mia terza notte. Vi farò sapere.

Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

17 risposte a La seconda notte

  1. Sonja ha detto:

    Che dire? Buona notte….

  2. Signora ha detto:

    ti auguro che sia quella buona!🙂

  3. Virginia ha detto:

    si possono fare così tante cose quando si è insonni…;-))))))

  4. Virginia ha detto:

    ma che hai capito! cercare un espediente qualsiasi per dormire, naturalmente:-D

  5. Lilla ha detto:

    ho la soluzione!! spostati verso sud!! ti lascio le chiavi di casa mia … i detersivi e le spugne sono nel ripostiglio!! ;)PS: per favore, usa la scopa, l\’aspirapolvere fa troppo rumore …😉

  6. Oreste ha detto:

    Io ho un amico comandante dell\’Alitalia sui voli internazionali, che ha sviluppato una curiosa strategia per quando deve passare, ad esempio, tre giorni a Boston. Lui continua a vivere secondo il fuso di Roma. Ovviamente per te sarebbe impossibile perchè devi lavorare. Nelle cene tra amici è divertentissimo sentir raccontare tutte le disavventure che gli capitano quando vuole comprare dischi mentre lì sono le 4 del mattino o fare colazione mentre gli altri cenano. Lui conosce, ad esmpio, tutti i posti di Chiacago che fanno le cose "contra oram" come dicevano i latini.

  7. La Gatta ha detto:

    a me dà fastidio spostarmi da ovest a est (dalle americhe all\’europa, dall\’europa in oriente), mentre il contrario no (andare in america o tornare dall\’oriente.mi avevano anche spiegato il perchè, ma non lo ricordo…ricordo una votla, tornaata dagli USA alle otto di amttina (niente di peggio!!! tutta la giornata davanti!!!)…. ciondolavo per casa con i vestiti in mano, tentando di disfare la valigia…a un certo punto,q uando a emzzogiorno ero ancora in alto mare, mi sono detta "alla faccia delle regole sul jet lag…io mi sparo un pisolino!" e così ho fatto…ed è vero che la notte ho dormito niente, ma..pazienza!:-)buon riposo!!!:-)

  8. Federico ha detto:

    @Virginia: il problema è che quando sono insonne non mi viene in mente niente, se non la voglia di riaddormentarmi…@Lilla: non potrei mai privarti del piacere torbido di trasformarti in signora Pina…@Oreste: hai detto bene, io devo lavorare… Non sono mica un comandante dell\’Alitalia😉 (Battuta politically incorrect!)@La Gatta: anche a me avevano spiegato questa cosa, e anche io non la ricordo… Forse è che (riferendomi a quello che ho scritto nel post) non è poi così "immorale" dormire fino a tardi… Sta di fatto che io ho più o meno gli stessi effetti sia andando a est che andando a ovest.Ah, dimenticavo… Aggiornamento…la terza notte è andata bene, e pure la quarta… Effetto jet lag superato. Pronto a partire un\’altra volta… E, ahime, non sto scherzando!

  9. ariel ha detto:

    ….fantastico!!!io leggerei tutta la notte….:-)))

  10. Lilla ha detto:

    ma scherzi??? per farti piacere … per aiutarti a superare una notte insonne … sono ben lieta di rinunciare a tale torbido piacere: tranquillo, ti lascio il grembiule sul divano!!😉

  11. Oreste ha detto:

    Io quando sono un po\’ stressato, tracollo nel sonno alle 21,30 davanti alla tv ed alle 4,00 sono incontrovertibilmente sveglio.Mi sa che qualcuno mi ha iniettato il fuso orario di Dubai…

  12. salmastro ha detto:

    è comunque un prezzo giusto nda pagare in cambio della fortuna che hai di viaggiare…noo?

  13. Mauro ha detto:

    so\’ problemi!

  14. Silykot ha detto:

    Allora non hai più scuse per restare indietro sulla lettura e sui commenti dei nostri blog!Ora tutti noi sappiamo che potresti utilizzare le notti insonni…hi hi hi hi hi hi hi hi hi!

  15. ariel ha detto:

    ..giusto mia cara VICINA DI CASA!!!..ed io protesto per mancanza di salutooo!!!:-((

  16. Mariko ha detto:

    Concordo con Salmastro e con Mauro!

  17. Kalispera ha detto:

    Vale il jet lag sulla tratta Roma-Messina?No?Siete sicuri?Allora perché quando arrivo li, sono distrutta, nemmeno avessi fatto il giro del pianeta, e voglio dormire ad oltranza?mmmmSarà la Salerno -Reggio Calabria?Mah!Vale lo stesso se vado in treno!Vabbè…sarà l\’età.Ti canto una ninna nanna?magari aiuta!Ninna nanna ninna ohhhh questo Papero a chi lo dooooo….\’Notte!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...