Papero d’Arabia

Non ho decisamente ancora preso “il giro giusto” dopo le ferie.

Non al lavoro (qualcuno mi viene a aiutare a svuotare gli scatoloni?).

Non nella frequentazione della blogosfera, dove per settimane mi sono limitato a guardare la pagina delle novità, rimandando di giorno in giorno la visione delle vostre foto e la lettura dei vostri post.
Ho scritto dei post, ma poi li ho buttati o li ho messi nelle bozze ad aspettare…

No, l’umore non è dei migliori, c’è una sottile malinconia che mi accompagna… Tante cose che vorrei andassero diversamente… Non ho fatto e non riesco a fare quello che avrei dovuto o dovrei fare…
Fra l’altro, ieri avevo pensato di chiudere definitivamente questo blog, non è escluso che lo faccia (e non lo sto dicendo per ricevere i vostri incoraggiamenti…). Improvvisamente ho avuto la sensazione che fossero tutte cose inutili… Che fosse quasi offensivo stare a scrivere qui, non mi so spiegare…

Insomma, tutto l’effetto benefico delle ferie è sfumato in un attimo… Forse a pensarci bene le ferie non bisognerebbe proprio farle.

****

E per completare il quadro, è anche arrivato il primo viaggio della stagione Autunno-Inverno 2009-2010 a scombinarmi ulteriormente il corpo e la mente. Dai, vi racconto come sta andando…

AD

Un viaggio ai limiti dell’assurdo. Vai, anzi no… parti… ritorna… riparti… ritorna… no, non ritornare, resta lì finché serve… prenota… cancella… Cancella quell’altro viaggio, anzi no…
Un gran casino, e devo dire un grazie enorme alla mia infaticabile e precisissima segretaria…

Comunque ora sono qui, negli Emirati, dove ero già stato e di cui vi avevo raccontato. Dovevo rimanere tre giorni, e invece starò qui quasi una decina (se tutto va bene). E sono costretto a sfruttare a fondo la costosa lavanderia dell’albergo, per sopperire al sottodimensionamento del mio bagaglio.

Non ho molto da raccontare, sono stato chiuso in riunione e/o in camera per tutto il tempo.

Di rilevante c’è il caldo allucinante che fa qui, temperature fra i 30 (di notte) e i 42-43 (di giorno) con un’umidità altrettanto insopportabile. I locali sono climatizzati a temperatura bassissima, e quindi quando si esce si ha una immediata sensazione di immergersi in una vasca, con tutto il vapore che si condensa addosso (e sugli occhiali, il che crea parecchi problemi). Al rientro nel locale climatizzato, poi, altro shock termico, e con tutta l’umidità accumulata addosso si ha la sensazione di ricoprirsi di brina…
Altra nota importante è che siamo in Ramadan, per cui durante tutto il corso della giornata, specie quando chiusi in riunione con persone del posto, non c’è modo di mangiare o di bere. Noi lavoriamo al chiuso, ma non riesco proprio a capire come riescano a sopravvivere quelli che operano all’aperto, senza poter bere dall’alba al tramonto!

****

Adesso sono nella mia camera d’albergo. Ormai volge al termine anche il week end (per loro è venerdì e sabato), che ho trascorso interamente in camera a lavorare. Non avevo voglia di fare altro, e poi avevo un sacco di lavoro da fare. No, in realtà una pausa l’ho fatta, e mi sono distratto un po’ guardando le qualifiche del gran premio di F1 di Monza… Telecronaca in arabo e segnale disturbato, pensando che ho il decoder di SKY HD che mi aspetta a casa per essere scartocciato e installato… Menomale che non ci sono lamette in giro.

Insomma, adda passa’ a nuttata…

Per intanto vi saluto… Bello questo post, eh?

السلام عليكم

Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Papero d’Arabia

  1. Delilah ha detto:

    ..si, il tuo post in diretta dagli Emirati Arabi m\’é piaciuto..rispondo alla tua cartolina allora:🙂 buona notte a te,Ciao, Luisa

  2. Lilla ha detto:

    sono un pò gelosa della tua precisissima e infaticabile segretaria … però, vabbè … faccio finta di niente … ma sai che ci deve essere qualcosa nell\’aria che è contagioso??? anche io non ho molto da scrivere e ogni tanto mi viene in mente di tenere il blog in stand-by per un pò … poi penso che mi manchereste troppo … e ci ripenso e butto giù qualche cavolata da dire … mentre i post scritti e cestinati così come quelli che sono in bozza continuano ad aumentare … passerà … si, ne sono certa … passerà … forza e coraggio papero d\’arabia … aspettiamo di sapere cosa mangi e cosa bevi dalla sera alla mattina … quando il ramadam va a farsi benedire!! ;))infine, per rispondere alla tua ultima riga: si, è bello questo post … è paperinoso, federicoso e incredibilmente arabeggiante!!!😉

  3. Federico ha detto:

    @Lilla: lo sapevo che avresti notato il riferimento alla segretaria… D\’altra parte io sono molto geloso del tuo capo. Maria (così si chiama la mia segretaria) è veramente brava e precisa, e ho messo a dura prova la sua pazienza con questo viaggio. Tieni presente comunque che fra non molto andrà in pensione…Comunque non so se c\’è qualcosa di contagioso, ma dimentichi che noi siamo fratellini separati in culla?@entrambe: quando dicevo "bello questo post" ero ironico… a me, me pare \’na…

  4. Signora ha detto:

    direi che è un post intriso di \’saudade\’… non so… e personalmente ti invidio questo partire e tornare e ripartire… sarà che mi sento immobilizzata (anche nella scrittura… che caso eh?) e che non ho radici e nessuno da cui tornare…ho sorriso alla tua descrizione delle condizioni climatiche indotte: in una rara epoca della mia vita in cui mi ero imposta di portare gli occhiali, come suggerito dal mio oculista pena la richiesta del cane guida, ero a Singapore ed ho patito lo stesso problema di … appannamenti improvvisi! :-)ps. servono news sul GP di Monza?pps. torna Papero… nulla è inutile negli atti che decidiamo di fare o non fare… e noi saremo sempre qui ad aspettartima si sa, non siamo mai contenti :-S

  5. fab ha detto:

    la cartolina che hai postato mostra dei posti..da favola…forse per un pò mi piacerebbe indossare i tuoi panni di papero viaggiante

  6. ariel ha detto:

    ..un mio caro amico fa la tua stessa vita…ed e\’del tuo stesso umore..catastrofico…e\’divorziato con un figlio che vede quando puo\’ed una vita interrotta di continuo da bagagli da fare…quando hanno buttato le bombe in india ero l\’unica a chiedermi che fine vaesse fatto….spero per te una migliore situazione…pero\’ ….scusa paperotto ma io non ti ho mai invidiato…cerca di tornare e di fare un po\’piu\’di soste….anche senza vacanze….ti abbraccio …chissa\’….domani e\’un\’altro giorno….;-)))

  7. Kalispera ha detto:

    UHHHHHHHHH!Stavo per mandarti un sms per sapere se andasse tutto bene, visto il silenzio nel tuo blog, poi ho pensato: facciamo prima un ultimo giro per vedere se ci sono novità e…BAM! Eccole qua!Gasp!Mi spiace moltissimo per il tuo stato d\’animo e spero sia solo transitorio.La storia del Ramadam mi ha un po\’ impressionata, perché non riesco a capire il motivo per il quale ci si debba adeguare per forza.Io non potrei sopravvivere senza almeno bere…Sento sento sento …che stai lavorando troppo.Come tuffato in quegli scatoloni che devi ancora svuotare: serve una mano?FORZA!Aspetto/iamo racconti, anche se "brinati" dagli sbalzi termici (ahhhhhhhhhhhhh! Come odio la condensa sugli occhiali!)A presto.Kali

  8. Lilla ha detto:

    è vero!!! io e te siamo fratellini separati in culla!!! :))PS: hai mai provato a scolare la pasta con gli occhiali??? altro che sbalzi termici … metà della pasta finisce sulla macchina del gas invece che nella padella con il condimento … :S

  9. La Gatta ha detto:

    coraggio coraggio!persino io ho riaperto il blog (continuando i racconti giapponesi di gennaio….)facciamo così, per passare il tempo cerca per tutteE noi qualche bel regalo da portarci dagli emirati…so che là…non badano a spese…:-9ti senti meglio all\’idea di non doverci portare sul serio un regalo da emiro per ciascuna?ne ero sicura!:-)

  10. La Gatta ha detto:

    p.s. sugli occhiali vorrei aggiungere: e entrare sull\’autobus nei giorni di pioggia\’come la mettete???(e lascia stare che mi hai sempre vista senza occhiali….io baro, sono miope professionista da oltre 30 anni!)

  11. Kalispera ha detto:

    SIIIIIIIII! Un regaluccio dagli emirati!Mi accontento anche di una manciatina di sabbia!Hem…Come?Hai capito "sabbia d\’oro"?Io non l\’ho detto!Un messaggio subliminale?nooooooooooo!Mi basterebbe un po\’ di sabbietta vera, magari per fare un mini giardino zen……non la lettiera del micio!UIDBA @GattaaMICIA!Anche tu "begalina" Siiiiiiiiii!Provata la sensazione bus con nebbia!@LillaODIO SCOLARE LA PASTAAAAAAAA!Divento Mr. Magoo e faccio un macello!

  12. Signora ha detto:

    giusto! ecco come occupare fruttuosamente il tuo tempo: andare in giro a cercare regali per noi… come ho fatto a non pensarci prima? io un\’idea – veramente di poche pretese l\’avrei – un po\’ di incenso \’vero\’ come quelli che ho avuto modo di acquistare allo Spice Suq di Dubai… ahhhh (sospiro)… che ricordi :-)UIDBA: @La GattaQua la mano! anche io baro… anzi… barissimo :-)) astigmatica/miope/presbite, con 4 diottrie mancanti eppure giro sempre senza occhiali….:-S Li metto solo per guidare per la sicurezza altrui e mia, e perchè ho l\’obbligo di lenti sulla patente…

  13. Paola ha detto:

    Beh… paperino, qui è arrivato l\’autunno…. piove e c\’è anche vento. E io sto da Dio!… non rimpiango i tuoi 43 gradi specie se sono umidi anche se vorrei poter ammirare il deserto e anche Dubai, perché no! L\’Hotel sarà sicuramente bellissimo e se ci portavi (ti faccio notare che ormai facciamo parte del tuo team) sapevamo noi come distribuire le ore della giornata in modo "efficiente".Se l\’umore non è dei migliori è perchè tu non ti risparmi e se non hai cura delle tue piume vuol dire che è arrivato il momento di fare qualche sosta in più. Il post è bello e se chiudi il blog …. beh, credo che tu faccia proprio una gran cavolata, grande e alta come i grattacieli dove in questo momento sei. Anzi, di più.

  14. La Gatta ha detto:

    UIDBA: 4 diottrie???ahahahahaha!ragazzi!a me ne mancano 4.5 da un occhio e – udite udite – SETTE dall\’altro, altro che begalina!santa lucia, aiutami tu!porto le lenti a contatto altrimenti scambierei il pc per il microonde e viceversa…ma ben ricordo i tempi dell\’autobus, ben so che cosa vuol dire aprire forno o lavastoviglie o scolare la pasta…e quando viaggio son sempre lì che ogni tre minuti controllo NON il portafogli, NOn il cellulare, ma dove e sprattutot SE ci sono gli occhiali….

  15. Federico ha detto:

    @Gatta, non ti facevo così cecata… Mi verrebbe da dire che tua mamma doveva essere un po\’ frettolosa… (Raggelante, la battuta, eh?@Gatta, Kali, SdS: vorrei accontentarvi, ma non ho avuto finora tempo di mettere il naso fuori di qui… Se dovesse capitare…@Lilla: Ma non è che lessate troppa pasta e perciò vi casca fuori? La vogliamo fare \’sta dieta, o no? PS: La "macchina del gas" non l\’avevo mai sentita…@Kali: non ci si deve adeguare per forza, ma se sei in riunione e loro sono a digiuno, a noi sembra generalmente rispettoso adeguarsi, e non ostentare la bottiglietta d\’acqua sul tavolo… Poi magari si va a bere fuori, di nascosto. Negli ultimi giorni però non ho avuto problemi, perché sono rimasto in albergo, libero di… peccare!@Paola: ho sentito che le temperature sono precipitate, a Milano… Mi chiedo come me la caverò quando scenderò dall\’aereo con la mia polo a mezze maniche… ;-)Comunque, anche io, come te vorrei poter ammirare il deserto e anche Dubai… Ma purtroppo sto ammirando solo il mio hotel.@Tutte. Grazie per l\’incoraggiamento. Mi fa piacere sapere che ci siete. L\’umore… Uff.. forse sto solo diventando un vecchio lagnoso… Vabbé, per ora pensiamo a chiudere \’sta cosa e tornare a casa…

  16. Signora ha detto:

    UIDBA: @GattaBeh… io non porto nemmeno le lenti a contatto perchè sono allergica… pensa che il mio oculista mi ripete sempre \’ma signora, come fa ad andare in giro senza occhiali???\’ :-))

  17. La Gatta ha detto:

    si si caro federico…miope professional!!!!:-)(la battuta sarà raggelante, ma….sto ridendo da quando l\’ho letta)signora dei sogni: me lo chiedo anche io come fai!!! io andavo in giro " a crudo" quando ero adolescente e gli occhiali equivalevano a un marchio di infamia tatuato….e mi feci la fama di quelal ceh se la tirava perchè….non riconoscendo e non vedendo nessuno sembrava che non mi filassi nessuno!!poi passai agli occhialid a sole graduati (eh eh eh …il trucco c\’è e non si vede…)beh, quando conobbi quella ceh è la mia migliore amica pensava che fossi una snob spuzzettosa perchè portavo sempre questi occhiali scuri (a 18 anni…) anche al chiuso…bella forza…senza non ci vedevo una beata fava!!federico, anche se provvedi per corrispondenza non ci offendiamo…ciao ciao….."vecchiolagnoso":-P

  18. Silykot ha detto:

    Ah… ecco dov\’eri finito!! Vai, torni, riparti… ma ti vuoi fermare a respirare e a lisciarti le piume ogni tanto? Mi fai girare la testa!!Vabbè… rimproveri a parte, mi dispiace di sentirti così giù… spero sia stato soltanto un momento di stanchezza, i ritmi affannati, la voglia di tornare a casa… Dai, coraggio: manca poco al ritorno, mi sembra di capire. Un\’ultima appannata, un\’ultima sudata, un\’ultima brinata…e stai lontano dalle lamette, please… ti preferiamo con la barba un po\’ lunga (che fa pure figo…) ma sano in penne e piume! P.S. Ti ho già detto di tutto, ma "vecchio lagnoso" mancava persino a me!P.P.S. Se mi dici quando torni ti mando a Malpensa un golfino, un giubboto… un plaid! :-)Ti abbraccio, Papero… e non dirlo nemmeno per scherzo che chiudi il blog: a noi non ci pensi??

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...