Ci eravamo lasciati…

…che ero appena tornato dagli Stati Uniti, un paio di settimane fa.

Non ho avuto tempo di scrivere e tenervi informati, ma nel frattempo la mia attività di viaggio non si è placata… Questo periodo è stato (è?) veramente inenarrabile, e devo dire che mi sento veramente stanco, fisicamente e soprattutto mentalmente.

Ma andiamo per ordine. La scorsa settimana come vi avevo preannunciato sono stato a Roma.

Partecipazione a Conferenza, come chioccia affettuosa per alcuni colleghi del mio (ex) team che hanno presentato dei lavori, e come Chairman di alcune sessioni. Esperienza insolita e piacevole, che avrebbe potuto essere anche rilassante, se non fosse stato due motivi. Il primo motivo è stato che la distanza non mi ha impedito di essere coinvolto nelle attività milanesi, raggiunto da telefonate, email, sms. L’altro è stato il traffico di Roma… Ragazzi, è veramente impossibile… Se poi si considera una scelta non proprio furba dell’hotel, che era in centro e a un’oretta di macchina dalla sede della conferenza, il gioco è fatto!

Cosa positiva, anzi positivissima, la permanenza romana mi ha ancora una volta dato l’occasione di incontrare alcuni carissimi amici romani di blog… Non mi sono dilungato e non mi dilungherò in cronache, ma anche questa volta ho trascorso alcune ore molto piacevoli, in compagnia di persone eccezionali… Ma sono gli amici romani del papero: potevano non essere eccezionali?

Nel corso della settimana, con una prassi che è diventata abituale dall’inizio di settembre, ho saputo che la settimana successiva non sarei stato a casa, come pensavo e speravo, ma sarei partito di nuovo. Destinazione? Ancora gli Emirati. Con partenza sabato, perché ‘sti disgraziati alla domenica già lavorano…

Perciò venerdì sera sono tornato a casa, ho aperto la valigia, l’ho svuotata, l’ho riempita di nuovo, e sabato sono ripartito ancora… “Se tutto va bene te la sbrighi in due o tre giorni”… Certo, certo… Sono qui da dieci giorni e, “se tutto va bene”, dovrei ritornare a casa domani.

Dite che riuscirò finalmente a mettere mano agli scatoloni?

********

Cosa posso dire di quest’ultima permanenza a Abu Dhabi? Niente di interessante, ahimé. Fa un po’ meno caldo dell’altra volta, quindi almeno al pomeriggio e alla sera si sta bene. Per il resto, le giornate sono state tutte esattamente identiche: Sveglia, colazione, taxi per il luogo di riunione, riunione fino a tarda sera, con annesse incazzature con (e a causa di) un cliente (potenziale) in delirio di onnipotenza, taxi per rientrare in albergo…
E poi le tristissime cene, tristissime perché a cena arriviamo stanchi e perché (a causa della stanchezza) la scelta spazia sempre e soltanto fra due ristoranti dell’hotel, il “Fishmarket” (che ovviamente è specializzato in pesce) e il “Boccaccio”, ristorante italiano molto popolare fra i miei colleghi ma odiato da me che, come ormai già sapete, mal sopporto i ristoranti italiani all’estero. Ma ditemi voi, come si può andare a mangiare in un posto dove di sottofondo ci sono Laura Pausini, Toto Cutugno, Celentano, e il menu sfoggia piatti come il classico “Fettuccini Alfredo” (presente in tutti i ristoranti italiani all’estero, ma non esistente in Italia), o (non sto scherzando…) le “Tagliatelle di nonna Pina”.
Beh, a proposito di cene, l’altra sera siamo entrati al ristorante e siamo stati accolti da una musica araba a altissimo volume… Avete presente? Quella musica che quando cominci a ascoltarla per i primi cinque minuti ti piace e ti trasporta, successivamente comincia a annoiarti e, trascorso un quarto d’ora, saresti disposto a uccidere il musicista pur di farla cessare… Bene, dopo qualche minuto ci siamo resi conto che la musica era l’accompagnamento per l’esibizione di una danzatrice del ventre… Non sono pratico di questa “arte”, ma la ragazza sembrava piuttosto brava… Solo che alla fine abbiamo scoperto che si trattava di una ragazza bielorussa… Miracolo della globalizzazione: a Abu Dhabi uno spettacolo di danza del ventre, su musica araba, eseguito da una ragazza dell’Est europeo…

********

Ultima botta di vita, qualche giorno fa ho fatto un bagno… Così come l’altra settimana in Florida ho immerso il piedino nell’Atlantico, ieri ho fatto il bagnetto nelle acque tiepide del golfo Persico… Niente di esaltante, l’acqua era torbida e il fondale sabbioso, la spiaggia era artificiali, il panorama era chiuso da una diga alta, e in fondo si vedevano cantieri e palazzi in costruzione, ma è stata quasi una questione di principio… DOVEVO fare almeno qualcosa che non fosse solo lavoro!

********

Vado, e vi saluto tutti. A presto per gli aggiornamenti, sperando che siano dall’Italia…

Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Ci eravamo lasciati…

  1. Signora ha detto:

    insomma…. secondo me avevi tutti i mezzi post pronti e li hai cuciti in fretta e furia :PPPps. \’loro\’ lavorano già il sabato! :-Spps. adooorooooo la musica araba! e a Dubai, evidentemente, la sanno \’dosare\’ meglio, perchè non ho mai pensato di uccidere il musicista… in compenso ho avuto il netto impulso di spaccare il lettore cd in una steak house londinese dopo che, per tutta la durata di una cena, ho ascoltato \’My heart will go on\’ di Céline Dion, ogni due canzoni… grrrr Avevo quasi l\’incubo di veder comparire la prua del Titanic con Di Caprio!!!p.pps MAI pranzato in un ristorante italiano all\’estero! e odio profondamente chi lo fa!pp.pps. insomma, le stai studiando tutte per non disfare gli scatoloni, confessa! ^_^

  2. Signora ha detto:

    ah, dimenticavo, a Dubai l\’acqua non era torbida… e con il mare un po\’ mosso è stato uno spasso fare il bagno :-))

  3. La Gatta ha detto:

    dovresti tenerti un certo numero di valigie già preparate a seconda della meta:- roma (italia in genere)- emirati – USA (magari uno per la costa est e uno per la cosat ovest)così torni, prendi semplicemente la valigai corrispondente e parti!ben….tornato?

  4. Lilla ha detto:

    fiuuuuuuuuu … meno male che dai tue notizie!!! (mi ero già messa in moto per cercare eventuali cammelli disponibili per pagare il tuo riscatto … ma non ne avevo trovati – in effetti, avevano provato a dirmi che potevano mettere un paio di gobbe finte ad un lama … ma credo che gli arabi non ci sarebbero cascati!!) stupito dal traffico romano??? ma va???? pensa a noi \’amici romani del papero\’ (sarebbe stato peggio se fossimo stati \’amici romani del piffero\’!!) ;)sono contenta di sapere che stai bene e soprattutto … che ti sei fatto un bagno … presumo ne avessi bisogno dopo 8/10 giorni di permanenza in un posto caldo … avendo a disposizione una valigia di vestiti preparata per soli 2/3 giorni!! ;)spero che ormai gli emirati siano solo un \’ricordo\’ e che tu stia già sotto il cielo nostrano … o quantomeno, in dirittura di arrivo!!PS: però, le tagliatelle di nonna pina, io non me le sarei lasciate scappare … lo sanno tutti, anche i bambini: \’sono le tagliatelle di nonna pina, un pieno di energia, effetto vitamina, mangiate calde col ragù, ti fanno il pieno per sei giorni e anche di più!!\’😉

  5. Silykot ha detto:

    Ben tornato… se sei tornato!Ma quando tornerai in ufficio, ti riconosceranno ancora?Secondo me hanno dato via il tuo ufficio con tutti gli scatoloni!🙂

  6. Paola ha detto:

    Mettere mano agli scatoloni?….. ah… ah… ah… il senso dell\’umorismo non l\’hai perso. Si dice così ora?E poi sempre a lagnarti. E che è!Il bagno l\’hai fatto, e la sabbia era diversa da quella del paesello, vuoi mettere?Hai visto con i tuoi occhi la costruzione di come saranno le città nel futuro. Mica è per tutti.Hai respirato l\’aria del deserto. Magari potessi vederlo sto\’ deserto… tartari e non.Hai respirato l\’aria di un hotel dove si respirano sicuramente dollaroni…. e non è poco. Hai visto una danzatrice del ventre, sarà stata anche dell\’est europeo ma secondo me tu e i tuoi colleghi sarete stati con il bicchiere in mano (e appoggiato alle labbra in adorazione) per tutto il tempo.Hai cenato con le tagliatelle di nonna Pina e ascoltato i tuoi cantanti preferiti. A Roma hai potuto godere del suo magnifico tramonto in coda sul GRA.Ma….io di tutto questo non ti invidio nulla. Solo una cosa. Quella si. Le ore che hai passato con i tuoi amici romani. Del fatto che hai passato delle ore molto piacevoli in compagnia di persone eccezionali.Arrivederci al tuo prossimo racconto. Ciao papero.

  7. La Gatta ha detto:

    se vuoi comunque la prossima volta che passi per roma possiamo provvedere a una serata con danza del ventre (magari eseguita da ballerina ciociara)..ah, gli amici romani!:-)

  8. Lilla ha detto:

    @GATTA: ho sangue ciociaro nelle vene e, in quanto a \’ventre\’ non sono seconda a nessuno … ahò, nùn te \’nventà gnente … non so ballare!!!😉

  9. La Gatta ha detto:

    ach porc…io proprio a te pensavo?e ora?

  10. fab ha detto:

    (Lilla pure la danza del ventre ti vogliono far fare?)

  11. Lilla ha detto:

    nah, nah, nah, nah, nah … nùn se po\’ fa\’! (ma scherziamo??? ci manca solo questa! tsè … io sono un \’salame\’, mica \’Salomè\’!!)

  12. Silykot ha detto:

    Se Lilla balla la danza del ventre vengo a Roma pure a piedi!!

  13. Lilla ha detto:

    beh … se vieni a piedi da torino … quasi, quasi … ci faccio un pensierino!

  14. Lilla ha detto:

    no, ci ho pensato … in effetti … nùn se po\’ fa\’!!! ti risparmio sta\’ scarpinata!!

  15. Mauro ha detto:

    ci eravamo lasciati?ah, ecco!mi dicesti "esco, vado a "comprare le sigarette"ed io pensai "ma non mi ha mai detto che fumasse"non ho avuto tue notizie da allora,ho immaginato "sarà andato a prenderle direttamente alla fabbrica",avresti potuto dirmelo!

  16. Virginia ha detto:

    sempre più come la barzelletta dello scimmione – per restare in tema mauresco< e lo scimmione? ><lo scimmione… non scrive, non telefona… >paperino ci manchi!:-D

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...