Marketing & Commercial

Uno delle mansioni che fanno parte del mio lavoro consiste nel supportare, presso i potenziali clienti, l’attività del Marketing della mia Ditta.

Questa è una delle “cause” principali dei miei viaggi di lavoro: il Marketing individua una opportunità o promuove una azione commerciale, e io – con il mio profilo che è prevalentemente tecnico – ne approfondisco la consistenza, gli effettivi requisiti, e così via.

Una delle cose che mi ha sempre stupito, incuriosito, e talvolta divertito è il sottobosco di rappresentanti, agenti, consulenti che gira intorno a questi business, specialmente quando coinvolgono Enti Statali.

I picchi più elevati (e più assurdi) si raggiungono secondo me in America Latina. Ho avuto modo di assistere a incontri con personaggi comicissimi, degni di un film di Alberto Sordi, dagli abbigliamenti e dai modi stravaganti, che diresti (mi sia consentito…) magnaccia più che uomini d’affari, sempre pronti a prendere il telefonino e a chiamare l’amico dell’amico dell’amico che è il braccio destro del tal ministro e a ottenere informazioni riservatissime… che alla fine sanno tutti (quando non sono addirittura sui giornali).

 

Ho conosciuto un tizio in Estremo Oriente che, ogni volta che parlavi di una autorità o di qualche personaggio importante, lui interveniva e diceva che erano stati compagni di corso all’Università… E bastava farsi due conti per capire che, date le differenze di età fra i vari personaggi, il nostro aveva evidentemente cominciato l’Università da bambino e l’aveva finita a cinquant’anni…

Devo dire che anche gli italiani che lavorano all’estero per molte ditte italiane (come rappresentanti o agenti) sono in qualche modo buffi o, peggio, inquietanti.

E ho avuto modo di pensare a alcuni di loro, in questi giorni, mentre fioriscono scandali attorno ai politici eletti nei collegi degli Italiani all’estero.

Esiste una sconfinata quantità di “imboscati” (tipica qualità italica) che fanno una gran bella vita e prendono stipendi aurei per rappresentare società italiane e in fin dei conti tutto il loro contributo si limita a riportare qualche notizia di seconda o terza mano.

Ma quel che è peggio è che ho incontrato personaggi che sarebbero decisamente impresentabili in Patria… Loschi figuri che, a sentirli parlare, ti viene più di qualche sospetto e più di qualche brivido… Rimasugli di sottoapparati di un sottopotere di cui in Italia ci siamo liberati, o almeno crediamo di esserci liberati… Ma gira e rigira, sono sempre lì!

Per dirne una, non che il nome debba necessariamente essere una condanna eterna, ma il grande Raggruppamento per il quale io lavoro ha come rappresentante in un’importante area del mondo un simpatico e brillante (e non lo dico con ironia, lo è davvero) giovane che porta lo stesso cognome (ed è discendente diretto) di quel capo di governo che guidò la nazione con energia dal ‘22 per una ventina d’anni… Come si dice, “Honni soit qui mal y pense”: è vero, ma io non ci riesco proprio, a non pensare male!

😉

Questa voce è stata pubblicata in Vita. Contrassegna il permalink.

24 risposte a Marketing & Commercial

  1. Signora ha detto:

    del mio periodo \’aureo\’, quando giravo il mondo per fiere varie, ricordo l\’esperienza con i cinesi di Singapore che ti mettevano in guardia verso altre popolazioni limitrofe, i turchi che davano il titolo di \’mercanti\’ agli egiziani, e, dulcis in fundo il mio ex-capo che metteva in guardia tutti da greci, turchi e tunisini definendoli \’levantini\’, come se noi italiani fossimo lindi come cavalieri senza macchia🙂

  2. Oreste ha detto:

    Che forza questo post. Forse però questa caratteristica è una componente della nostra italianità (non presente in tutti, per fortuna) che poi all\’estero diventa abnorme. Anche in Italia, infatti, mi imbatto per lavoro in personaggi cui se per caso nomini un ministro, loro commentano "Certo Marco !". Ora se io fossi così intimo di un ministro da darmi del tu con lui, certo non lo andrei a spiattelare in giro. Forse non è neanche una esigenza professionale ma psicologica. Se non si è contenti di sè e si vorrebbbe essere una persona diversa, più importante, si cerca almeno di sembrarlo agli occhi degli altri. Comunque l\’effetto non è piacevole.

  3. ariel ha detto:

    uahuahuauah!!!mi sembrano alcuni dei miei colleghi….!!

  4. La Gatta ha detto:

    non so perchè, ma tutto questo mi suona così familiare…….

  5. Lilla ha detto:

    dunque, se qualcuno mi chiede cosa voglio fare da grande, risopndo: l\’imboscata … :SPS: il mio ex capo era un "markettaro" (capo marketing) e, all\’epoca, ricordo che c\’erano un sacco di personaggi come quelli da te descritti … ora, ne vedo molti meno in giro … credevo fossero diminuiti … probabilmente ho solo un capo che fa cose diverse … :SPPS: "magnaccia" … non sono quelli che mangiano a bocca aperta pizza e mortazza, vero???

  6. Silykot ha detto:

    Lilla!!! Pure qui pizza e mortazza????? Ma riesci ad infilarla dappertutto????Ah ah ah ah ah ah ah….😀

  7. La Gatta ha detto:

    è inutile che lilla infili pizza e mortazza nei blog altrui sperando che io *burp* non la trovi….*burp*:-P

  8. Lilla ha detto:

    UIDBA:@SILY: pizza e mortazza … stanno bene dappertutto!! ;)@GATTA: gnam … slurp … per fortuna … gnam … ne avevo nascosto un pezzo sotto al commento di oreste … gnam … slurp … ed uno sotto al commento di ross … gnam … gnam … glup!

  9. La Gatta ha detto:

    ah! diabolica lilla!

  10. Lilla ha detto:

    eh eh eh … parliamo di una tipa "pizza e mortadella" … mica "pizza e fichi"!!😉

  11. Silykot ha detto:

    Ah, ecco cos\’era quell\’unto!Occhio a non nasconderla dalle parti di Ariel: pizza e mortazza bagnate (e di acqua salata, per giunta) devono fare un po\’ schifo!!

  12. Lilla ha detto:

    macchie di unto?? e come è possibile??? sono stata molto attenta!! dopo aver leccato le dita ho pulito le mani sui jeans … sicuramente le impronte anzi lo zampino … è della gatta!!!🙂

  13. La Gatta ha detto:

    dopotutto…tanto va la gatta al lardoUIDBAsilykot, lo sai l\’unica cosa che sono risucita a fare nel mio weekend piemotese?una corsa al centro di novara a comprare salamin d\’la duja (e come ho scritto su FB il primo che li confonde con la nduja viene espulso!) e gorgonzola…vedi un po\’ te….

  14. Virginia ha detto:

    di tipi tipici negli ultimi anni ce n\’è davvero a cioffe – come direbbe la mia amica di molfetta – e si replicano con molta facilità. forse qualcuno glielo permette?:-))pane e mortazza anche qui, alè! perlomeno in questi blog non si muore di fame!:-)))

  15. fab ha detto:

    andreotti diceva qualcosa di simile: a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca sempre!

  16. Signora ha detto:

    ma guarda te se, dopo tanta fatica, una deve arrivare ad approvare andreotti… mah… non c\’è più religioneeeeeeeeeeeeEhi voi, sì proprio voi due che nascondete le mani unte dietro la schiena, Lilla e La Gatta! avete finito di seminare voglia di pizza e mortazza ovunque??? e non contenta la Gatta ci infila anche il salamino d\’la duja!!!Ma avete capito o no che qui si parla di argomenti seri? anzi serissimi?? E dove lo mettete il problema della fame nel mondo?E non avete nemmeno rispetto per un\’amica che è a dieta da 6 mesi!…. uff🙂

  17. Federico ha detto:

    Insomma con voi di qualuinque cosa si parli si finisce sempre a mortazza… E non c\’era neanche Kali (a proposito, chi l\’ha vista?)…Comunque noto dai vostri commenti che chi lavora, specialmente nell\’ambiente a me vicino, ha riconosciuto subito la tipologia… Ci sarebbe da farci un libro!

  18. Federico ha detto:

    @Gatta: aspetta, aspetta… "Nel mio week end a Novara"… E che è \’sta storia? Sei venuta a Novara? Ma tu lo sai quanti chilometri dista da Milano, vero? O magari sei (siete?) addirittura arrivata in treno o aereo a Milano…Spero tu abbia degli ottimi argomenti a tua discolpa!

  19. Lilla ha detto:

    il prossimo raduno a roma lo organizziamo ai castelli … magari lo organizziamo in un momento in cui nessuno è a dieta … perchè non si può andare in una fraschetta di ariccia essendo a dieta!!! per rispetto delle amiche a dieta eviterò di elencare i prodotti tipici e quindi non dirò che nelle fraschette si può mangiare pizza bianca, mortazza, coppiette, porchetta, olive, mozzarelle, prosciutto, salame e tanto, tanto pane casareccio … no, non lo dirò nemmeno sotto tortura!!! Ross: ti voglio beneeeee!!! pensa che sono appena tornata dal dentista e stasera non potrò nemmeno cenare … forse pane e latte … ma freddo e tra qualche ora … ed è da ieri sera che non mangio … (non faccio mai colazione ed oggi ho saltato il pranzo) … solo a scrivere tutte quelle prelibatezze ho lo stomaco in subbuglio … :S

  20. Virginia ha detto:

    povera lilletta!!! un biberon di latte e biscottini plasmon?:-)))

  21. Lilla ha detto:

    Virgy, tu mi tenti!!!🙂

  22. La Gatta ha detto:

    siamo arrivati in macchina…antonio aveva le gare di kendo e siamo fuggiti domenica..avevo pensato di chiamare milanesi e torinesi, ma il weekend era tutto preso da gare ecc…io sono riuscitaa fuggire solo perchè…al salume non si comanda!ma la prossima volta vi farò sapere per tempo!

  23. La Gatta ha detto:

    ah, signora dei sogni, mentre io compravo salamini della duja, mio fratelloe ra in quel di genoca da dove riportava pesto e pandolce comprati in posti in cui lo hanno portato dei genovesi…l\’altra sera abbiamo fatto una cena ligure-piemontese…pasta al pesto, salame e pandolce

  24. La Gatta ha detto:

    genoca=genova….ovviamente…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...