(Chopin: Etude Op. 10 N. 3 “Tristesse” – Maurizio Pollini)

Ti ho chiesto “Come va, come ti senti” e mi hai risposto “Non lo so, ora sembra bene, ma credo di non aver ancora realizzato che non potrò più ascoltare la sua voce”… Mi sono commosso, e non ho saputo replicare.

Ma ho pensato che è vero, purtroppo lo scoprirai, e sentirai un grande vuoto dentro, e la sofferenza sarà grande, soffocante…

Ma poi, lentamente, ti renderai conto che ti parla ancora, che ti dice tante cose, che ti guida… Perché le persone che ci hanno voluto bene ci sono sempre, e vivono dentro di noi.

Un abbraccio grande!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vita. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. silykot ha detto:

    Il vuoto c’è…. immenso… incolmabile.
    Grazie, Fede.
    Ti voglio bene.

  2. arielisolabella ha detto:

    E’cosi’ altro non serve dire .

  3. kalissa2010 ha detto:

    …e ti sembrerà anche di vederlo.
    E non sarà una sensazione è li.
    Un abbraccio anche da me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...