E anche questo è andato

Ancora qualche ora e anche il 2011 se ne sarà andato.

Fra poche ore ci sarà il cenone tradizionale (con l’ennesimo attentato al fegato in pochi giorni), ci sarà il discorso del Presidente che nessuno ascolta, la trasmissione di RaiUno che se non ci fosse nessuno se ne accorgerebbe, poi ci saranno lo spumante, i baci, gli auguri, ci saranno i botti della mezzanotte (che spero siano meno degli anni scorsi, per me che li considero uno spreco assurdo e anche pericoloso). Tutto come da copione.

Se guardo indietro a quello che sta finendo, direi proprio che non è stato un anno dei migliori. La nostra “famiglia allargata” del web ha sopportato parecchi eventi tristi, fino a queste ultime ore, mentre alcune cose belle e a lungo attese non si sono materializzate.
A livello globale, poi, le cose non sono andate meglio, ed è inutile ricordare tutto quello che è successo o avvilirci per tutto quello che ancora ci aspetta.

Personalmente, pur  ringraziando gli Dei che hanno mantenuto in salute me e i miei cari, mi rendo conto che nel 2011 ho sprecato tanto, tantissimo tempo. Non ho visto spettacoli e mostre che avrei voluto vedere, non ho fatto viaggi che avrei voluto fare, non ho letto libri che avrei voluto leggere, non ho compiuto scelte che avrei voluto compiere, non ho incontrato persone che avrei voluto incontrare, non ho detto parole che avrei voluto dire… In definitiva, ho sprecato tante occasioni.
Molte di queste non torneranno mai più.

Per questo, quest’anno voglio enunciare un proposito, e voglio provare a condividerlo con voi. Gli altri anni ci siamo scambiati una parola di augurio, ci siamo augurati di volta in volta coraggio, speranza, allegria, serenità… Non sempre questi auguri sono andati a buon fine, malgrado le intenzioni che li accompagnavano, che erano sicuramente ottime.

Quest’anno mi propongo di non perdere occasioni. E vi auguro di fare altrettanto, se vi va.

E che il nuovo anno, questo 2012 bisestile che sta arrivando, sia migliore di quello precedente!

Edoardo Sanguineti, Imitazione da Orazio
Tu non cercare, è illecito sapere, che fine a me, che fine a te,
Leuconoe, ci hanno dato gli dei, e non tentare
calcoli babilonici: meglio è subire quello che sarà,
se molti inverni ci ha assegnato Giove, o questo è l’ ultimo,
che adesso, contro le scogliere, fiacca il mare
Tirreno: rifletti bene, versati il vino, e taglia la tua lunga
speranza in breve spazio: mentre parliamo, è già fuggito, a noi ostile,
il tempo: vivi questo tuo giorno, e non fidarti niente di un domani.

Questa voce è stata pubblicata in Blog, Vita e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a E anche questo è andato

  1. kalissa2010 ha detto:

    “(…)non ho detto parole che avrei voluto dire…”
    Io so che le hai dette, anche se a Te non sembra.
    A me le hai scritte e sono arrivate in un momento importante, uno di quelli in cui servono per non annegare.
    Grazie e buon 2012

  2. hetschaap ha detto:

    Al contrario di ciò che è stato per te il 2011 per me è stato un anno molto bello. E proprio perché sono riuscita a ritagliarmi molto più spazio per le mie passioni, a dispetto di tutto e tutti, e questo mi ha rigenerata. Per questo mi basterebbe un 2012 almeno pari al 2011 per ritenermi più che soddisfatta😉 E il migliore augurio che posso fare a tutti è proprio quello che il 2012 sia un anno in cui ognuno ascolti più se stesso, impari a comprendere davvero ciò che lo fa stare bene e, soprattutto, condivida tutto questo con gli altri, con le persone che lo circondano ovunque esse siano.

  3. Harielle ha detto:

    Auguri di buon anno, caro Papero!
    Per me è stato un anno altalenante tra speranza e malinconia, e negli ultimi giorni di prove di felicità, non riuscite, a quanto pare. Ma senza dubbio è meglio vivere di rimorsi che di rimpianti, no?
    In alto i calici, brindiamo al futuro, io, te, Leuconoe (bella la poesia di Sanguineti complimenti) e i nostri amici di community virtuale, quelli che sono qui e quelli oltre il velo.

    • paperi si nasce ha detto:

      Auguri, Harielle. Spero che l’altalena penda dal lato giusto, l’anno prossimo!
      La poesia di Sanguineti l’ho trovata per caso, cercando una traduzione dell’Ode di Orazio. Non la conoscevo, ma concordo: è molto bella!

  4. Lilla ... ha detto:

    non avevo ricevuto l’aggiornamento!! vedo solo ora il post!! beh, il tuo augurio mi sembra degno di tutto il rispetto possibile perciò … mi/ci auguro di riuscire nell’intento!!
    che sia … come tu vuoi, questo giovane anno che non ha nemmeno 24 ore …🙂

  5. Maggie May...be ha detto:

    Per me personalmente il 2011 è stato forse l’anno più bello della mia vita (o almeno degli ultimi 12 anni di sicuro) ma nessun uomo è un’isola e tutto il brutto cui hai accennato l’ho vissuto anche io.
    Mi piace molto il tuo proposito e credo che lo metterò in pratica. Ti auguro di fare altrettanto.

    Felice 2012 di occasioni colte e non perse!

    • paperi si nasce ha detto:

      Mentre scrivevo il post, e mentalmente passavo in rassegna il 2011 della nostra comunità di amici, pensavo proprio a te, e al tuo anno molto bello. E ne ero contento, perché tu hai tanto “dato” negli anni precedenti ed eri quindi estremamente in credito rispetto alla sorte… E penso che la tua vicenda possa essere di augurio e incoraggiamento a chi ha avuto un anno meno prodigo di momenti gioiosi.

  6. silykot ha detto:

    Mi piace. Proverò anch’io a non perdere occasioni….
    D’alta parte siamo o non siamo degli Arieti?🙂

  7. silykot ha detto:

    P.S. Auguri anche te di Buon Anno.

  8. Adriana ha detto:

    Conosco da tempo questa traduzione di Sanguineti, che trovo indovinatissima anche nelle scelte opinabili, che qualunque traduzione cosciente di se stessa, e anche no, presenta. Decisioni, persone, parole….questi punti in particolare, che trovo nella tua riflessione-resoconto, sono rammarichi anche miei. Auguri a tutti!

  9. mizaar ha detto:

    questo me l’ero perso.ma gli auguri ce li siamo fatti, per fortuna!😀

  10. Pingback: Duemilaedodici bis | Paperi si nasce

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...