[19]


(Paolo Conte, 1987: Aguaplano)

 

Questa voce è stata pubblicata in Juke Box e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a [19]

  1. mizaar ha detto:

    come può non piacermi, eh?😀
    però di questo disco ci sono troppe canzoni che amo alla follia: hesitation ( Io li sentivo parlare
    dietro la porta del pomeriggio chiusa a chiave naturalmente dalla mia parte, si capiva molto poco,quasi niente, ma qualcosa si intuiva, si indovinava una specie di salto nei loro pensiero… ) anni ( Puoi vestirti più che chic e rimbalzare come un clown, ma il cuore è barbaro, barbaro, barbaro. Ti capisce come sei, lui ti conosce come sei non basta un attimo, attimo, attimo,
    ma anni, anni, anni… ) troppo difficile… ahhh… sospirone!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...