Suggestioni musicali (commemorazione politicamente scorretta)

Ho letto oggi della morte di Ravi Shankar, uno dei massimi suonatori di sitar, e sicuramente il più noto in Occidente. Ha avuto il merito di far conoscere questo strumento dal suono esotico e evocativo anche da noi, contaminandolo con gli stili musicali occidentali e contribuendo all’uso da parte di musicisti e compositori occidentali.

Fin qui quello che ho letto dai giornali e quello che sapevo avendo, in passato, ascoltato suoi brani e visto qualche sua performance in tv.

Io però di musica capisco veramente poco in assoluto, figuriamoci di sitar e dei suoi suonatori.

In realtà l’unica cosa che mi è evocata dal suono del sitar sono i miei soggiorni in hotel a Islamabad, in Pakistan. Molte volte entravo nella hall o nel ristorante e lui, il suonatore di sitar, era lì accovacciato in un angolo su tappeti e cuscini damascati, con il fido suonatore di tamburelli al suo fianco, e le loro esecuzioni allietavano l’ambiente.

E’ fuori di dubbio (ripeto, non ne capisco niente, ma sicuramente è così) che lo sfigato esecutore dell’hotel pakistano non fosse all’altezza nemmeno del mignolo della mano sinistra di Ravi Shankar, ma l’ascolto della sua musica sortiva in me sempre la stessa sensazione:
Nei primi cinque minuti ero piacevolmente cullato da quei suoni particolari e ipnotici. “Che bella, questa musica!” era il mio pensiero.
Nei successivi cinque cominciavo a mostrare inequivocabili segni di crescente fastidio e/o depressione.
Se l’esecuzione superava i dieci minuti (cioè sempre) inevitabilmente entravo in quello stato d’animo in cui, se malauguratamente avessi avuto in mano una qualunque arma da fuoco, per il musicista non ci sarebbe stato scampo.

Con buona pace di tutti i cultori della musica, della cultura, e della spiritualità indiana, a cui chiedo umilmente scusa.


(Ravi Shankar And Ustad Ali Akbar Khan: Bangla Dhun [Live in New York City 1971])

PS: A pensarci bene, dopo aver sentito questo brano, mi sa che la colpa delle mie reazioni non era dello sfigato sitarista di cui sopra… Menomale che non mi sono mai trovato a un concerto di Ravi Shankar con un’arma da fuoco in mano…

Questa voce è stata pubblicata in Musica, Riflessioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Suggestioni musicali (commemorazione politicamente scorretta)

  1. mizaar ha detto:

    fede, sto morendo dalle risate!!!😀😀 a discapito e per far rivoltare nella tomba nonno ravi e il buon george harrison che lo fece conoscere ai più – a dire il vero roger mcguinn dei birds lo fece conoscere a george che lo fece conoscere ai beatles che lo fecero conoscere etc etc. conoscenze così tante e complesse fatte dal sitarista durante la sua permanenza in occidente, da poter annoverare la conquista di letti biblici di varie signore, compresa la mamma di norah jones, per cui la buonanima risulta essere il padre naturale di cotanta cantante! evidentemente il sitar a te dà sensazioni ai limiti della follia omicida e invece con il sitar si CUCCA!!!!!😀

    • paperi si nasce ha detto:

      Prospettiva inedita e interessante… Vado subito su Google a vedere se ci sono corsi di sitar per corrispondenza…🙂

      • mizaar ha detto:

        se vuoi ti accompagno col tamburello!😀 il mio sogno proibito era quello di fare, da grande, la tamburellista rock, ma per te posso dedicarmi all’indiana – la musica indiana, naturalmente…😛

  2. Emilio ha detto:

    DIrei che i gusti son gusti, sinceramente non me ne può fregar di meno della musica indiana, comunque la cultura di un popolo si rispetta, ma se a me non piace o uso un’arma come fai tu o mi alzo e me ne vado😀

  3. lagattasultetto ha detto:

    Ehm ehm
    Devo dire che anche a me non è che faccia impazzire…
    Trovai un voi,a un suo album e mi disposi ad ascoltarlo tutta convinta..

    Forse ho finito il primo brano, ma forse….
    Di sicuro non sono arrivata al secondo…

    Limite mio, lo ammetto….🙂

    Lui comunque era il papà di norah jones…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...