Frugando nei cassetti

Periodicamente dedico qualche ora a un’opera di “messa in ordine e pulizia” nel mio ufficio. E’ un’attività utile per evitare di soccombere sotto una valanga di carte e cartuscelle, ma improba perché il beneficio che apporta – lo so già prima di iniziare – è  soltanto temporaneo.

Fra gli effetti collaterali, tuttavia, c’è la possibilità che dal lavoro di scavo emergano cose che avevo dimenticato, o che consideravo smarrite, o che nemmeno pensavo di aver conservato.

Nell’ultimo e parziale “giro”, ho ritrovato un reperto che risale al 2008, e precisamente alla mia “avventura coreana”: il menu del “ristorantino” dove andavo a mangiare la sera con i miei colleghi…

menu

Inutile dire che in quel locale nessuno parlava una lingua che non fosse coreano (o forse nemmeno quello). Il metodo base per procurarsi da mangiare era sempre quello di identificare qualcosa di passabilmente attraente sugli altri tavoli e indicarlo al cameriere, facendosi poi dire a quale riga del menu corrispondeva, per poi eventualmente lanciarsi in tentativi casuali o variazioni sul tema. Alla fine, questo foglietto era diventata la stele di Rosetta gastronomica!

Abbiamo fatto qualche drammatico… errore di traduzione, ma in generale devo dire che non si mangiava male!

Allora, ready to order?

Questa voce è stata pubblicata in Viaggi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Frugando nei cassetti

  1. giusymar ha detto:

    Epperò!!!!!!! Devo dire che mi ha lasciata un “attimo” interdetta…
    Devo essere stata un’esperienza non da poco.
    Mi sembra che ad ogni modo ricordi il periodo in maniera non troppo terribile.
    Vero?

  2. Maggie May...be ha detto:

    La pulizia della mia cassettiera in ufficio non avviene molto spesso e in genere butto via in blocco tutto quello che non ho toccato negli ultimi due anni. Chissà cosa potrei trovare in mezzo a tutte quelle cartacce…
    Ps: di sicuro il menu che hai pubblicato non incoraggia a scegliere!

  3. Emilio ha detto:

    Anch’io mi dedico ogni tanto alle pulizie dei cassetti di casa, e di reperti ce ne sono davvero tanti.😀
    Penso alla tua avventura Coreana, avrei fatto la stessa cosa sperando che quello che all’apparenza sembrava buono lo sarebbe stato davvero😀
    Ciaooooo

  4. arielisolabella ha detto:

    Ecco un occasione persa per mettersi a dieta! Ihihihihihin

  5. Lilla ... ha detto:

    Ok … Uhmmmm … Vediamo … Vorrei una mezza porzione del tremilaecinque dell’ottava riga della seconda colonna … Una doppia porzione del quattromila della quattordicesima riga della prima colonna e un assaggio del tremila della quinta riga della terza colonna …
    Thanks!😉

  6. mizaar ha detto:

    fossi scema! meglio il calzone con gli sponsali!!!😀

  7. silykot ha detto:

    Con la fortuna che ho, avrei ordinato il coperto!
    W gli sponsali di Virginia!!!

  8. popof1955 ha detto:

    Lo sai che a Monaco ho mangiato decente solo una volta? C’era un’amica tedesca che traduceva in inglese e poi mia moglie ritraduceva in italiano. I Spagna invece ho impiegato qualche giorno per capire le loro portate. Ma possible che gli unici che traducono i menù siamo noi italiani e i croati?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...