[41]


(Gary Moore, 1990: Still Got The Blues)

Questa voce è stata pubblicata in Juke Box e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

47 risposte a [41]

  1. dal chianti ha detto:

    eccovi il MODELLO UNICO come s’ è formato
    http://www.nexusedizioni.it/attualita/giorgio-e-silvio-le-parallele-che-si-intersecano-un-po-troppo-da-decenni/
    così, tutti d’ accordo, saremo ammandriati e recintati in quel 50% di territorio che ci lascerà il 10% padrona dell’ altra metà, munti, di molti compiaciuti e finanche benedetti, consolati nel miglior vivere nell’ al di là, e nel di qua obbligati a vivere in miseria morale e materiale
    chi e quanti giovani avranno coraggio per fuggire ?

  2. paperi si nasce ha detto:

    Un po’ fuori tema, il tuo commento. Ma comunque qui non si censura nessuno (tranne le volgarità e le bestemmie) quindi lo lascio lì dov’è.
    Poi sono sicuro che, attraverso Google, porterà parecchi lettori al mio blog, perché in molti di questi tempi fanno ricerche su MODELLO UNICO per trovare istruzioni relative alla dichiarazione dei redditi…
    In ogni caso, ti ringrazio per il link che, oltre a farmi leggere l’ennesimo delirio dell’avvocato Alfonso Marra (che non ho mai capito se è più paraculo o più mitomane), mi ha permesso di conoscere un sito di quelli dai quali non riesco a staccarmi, affascinato (e inquietato) dalla quantità di cazzate indimostrabili che sono spacciate per verità assolute, e dalla convinzione con cui i lettori si cimentano in commenti.
    E’ la rete, bellezza!

  3. Remeron ha detto:

    l’islam esisteva prima di cristo e come la religione ebraica, sorella dell’islam nell 90% dei concetti e delle discendenze religiose, d’altronde abitavano storicamente le stesse terre, non si potrebbe antropologicamente che inventarsi un muro fisico(quello del pianto) ma non culturale, per quanto l’occidente abbia impedito l’evoluzione di quelle popolazioni è stata la loro religione, interpretata più o meno fanaticamente(perchè gli ebraici o i cattolici non fanno ed hanno fatto l’uguale negli ultimi 2000 anni?), a farle sopravvivere all’occidente padrone, l’ignorante non sa che tutte e tre le religioni sono figlie di un unico padre: Abramo, vengono infatti classificate dagli storiografi come religioni abramitiche, ciò che li “slega” dall’essere fratelli è l’interesse economico di casta massonica che in 3000 anni si è costruito attorno ad i figli di Abramo, ognuno ha inventato una propria via, verso dio, un proprio messia, una propria costituzione che ha veramente poco a che fare con l’origine apotropaica animistica, tutt’e tre le dinastie hanno rinnegato Abramo, il padre, acquisendo un comune(la genetica non è acqua) modo satirico religioso, ogni casta, cattolici, ebraici od islamici ha offeso l’altro definendolo figlio di Abramo, come se essere figli di tale padre equivalesse al dire figli di p*****a… non è stata latro che la guerra tra Caino e Abele figli dello stesso padre, e madre, ma gelosi l’uno più dell’altro. E’ la natura umana scannare il proprio fratello con le scuse filosofiche o teologiche meglio architettate… la giustizia non è di questo mondo sarà quel dio padre di Abramo che selezionerà le anime dei cattolici, ebrei ed islamici in merito a ciò che hanno fatto in vita, siamo solo dei contenitori, nostra però, e di nessun altro è la coscienza che ci renderà mortali o immortali.

    • paperi si nasce ha detto:

      Guarda, va benissimo. E’ proprio quello che pensavo anche io.
      Adesso però mettiti seduto tranquillo per un po’, e fai dei bei respironi lunghi, che poi passa tutto.

      • Remeron ha detto:

        si ok ma, fallo anche tu insieme a me prima di dire che uno può fare satira e l’altro no, in quanto appartenete o meno ad un clan, altrimenti sei il primo a fare del razzismo. La satira è anarchica e come l’arte non ha autore, semmai figli, dunque concetti o metafore. Love.

      • paperi si nasce ha detto:

        Scusa, ma non ho capito. O hai sbagliato persona, o semplicemente non so a cosa tu ti stia riferendo (e nemmeno ho capito quest’ultima affermazione cosa c’entri con le cose che hai scritto prima).

  4. Remeron ha detto:

    è una congettura storiografica che l’islam nasca dopo 600 anni di ebraismo o cattolicesimo, tutt e tre le religioni sono state all’inizio della Genesi presenti contemporaneamnete in quanto figlie dello stesso padre, una deriva storica dell’una o dell’altra non fa testo in merito alla teologia fondante abramitica. é un po come dire che è nata prima la gallina o l’uovo, senza considerare quanti pulcini uscirono da un unico uov(m)o. L’arte dei pazzi.

    L’islam considera Abramo antenato del popolo arabo(nonostante ne sia figlio diretto), attraverso Ismaele. Questa parentela con gli Aramei semiti della fine del II millennio a.C. e con i proto-Arabi della prima metà del I millennio a.C. era piuttosto sentita dagli ebrei antichi, tanto che le genealogie di Genesi la evidenziano in più punti (pur tra varie contraddizioni)[3].

    Per ricerche storico-fenomelogiche sembra che i discendenti di Chetura possano essere riconosciuti in sedici gruppi protoarabi di nomadi[4].

    L’ebraismo, il cristianesimo[5] e l’islam vengono anche dette religioni abramitiche, con riferimento alla loro presunta discendenza comune da Abramo. fonte wiki.

  5. Remeron ha detto:

    paepri si nasce…

  6. Diemme ha detto:

    Da quando l’hai postato ascolto e riascolto questo pezzo e non mi stanco mai: grazie per avercelo proposto!

    (Essendo un pezzo di musica mi ero liminitata a un “Mi piace”, ma visti i deliri che ti hanno postato mi faceva piacere che ci fosse almeno un commento attinente 😉 ).

    • paperi si nasce ha detto:

      Mi fa piacere che il mio umile Juke Box piaccia a qualcuno. E ho molto gradito questo tuo intervento “sereno”.

      • mizaar ha detto:

        ehi, guarda che il tuo ” umile ” juke box è piaciuto più volte anche a me!😛🙂 ( anche gary moore è tra le mie corde, è proprio il caso di dire! ) ma a quei due che hanno commentato quassù che gli è preso, la tarantola?😀

    • Remeron ha detto:

      mi riferivo, lupus in fabula, ai commenti che hai postato in merito ad un post, saprai bene tu quale della “istanza” di cui sopra, Gloria in excelsis Deo.

  7. dal chianti ha detto:

    mah … mi vedi fuori argomento ?
    credo che ti fermi col comprendonio a scopo difensivo, senza neanche afferrare un altro punto, e spunto, di vista e riflessione.
    In altre parole … quando dici:
    A te Casaleggio (con i suoi scenari post-apocalittici) ti fa un baffo…
    Per me hai fatto “confusione” sull’ altrui visione del presente e le possibilità che Questa si prospetta e, visto che son tante tu, da adulto, sai che difficilmente le percorrerà tutte, ma che son ben lungi dall’ apocalisse che tu intravedi, per giunta appioppata e accostata a Casaleggio, e per conseguenza a Grillo e il MoVimento.
    Poi, ti vedo ancor più confuso quando a rimorchio sul dubbio del futuro politico, sempre di Costei, te ne esci con:
    E poi che c’entrano gli scenari post-apocalittici di Casaleggio con la politica?
    Delle 2, l’ una è che gli scenari del M5S, se sono apocalittici, vorrei sapere da te, se ti presti, gli 8 milioni di consensi da chi e perché l’ ha ottenuti, ed è evidente che verso qualcuno saranno (gl’ intenti) indirizzati (ovvero lo sfacelo)
    La seconda, apocalittici o meno, sempre sti 8 milioni che hanno votato, non hanno partecipato ad un ché che sa di politica ?
    Mi faccio di conseguenza un giro sui tuoi post, e mi raccapezzo che sei un deluso a cui hanno trombato la fiducia (e immagino da chi) e la domanda che ti fai, e t’ assicuro non sei il solo:
    Ma se diciamo ai nostri figli di fuggire …
    m’ ha permesso di darti il link del sito che, hai scritto, apprezzaste la conoscenza (e col maiuscolato mi riferivo alla restaurazione, quale fine del lavorio decennale dei 2 attori in questione), con un sottile fastidio che si esprime quando un pinco pallo sconosciuto ci mette di fronte a qualche dabbennaggine vissuta (la fiducia che han tradito) e difficile da metabolizzare.
    Ora, le tue conclusioni non mi fanno curiosità, apprezzerei risposta sugli 8 milioni di consensi al MoVimento, tanto per gradire e a scopo, del tutto personale, di saggiatore degli umori nazionali.
    saluti
    PS. Anche la mizaar sta in un mondo tutto suo, fatto di finestre senza porte ? (e qui tienti il tuo parere)

    • Diemme ha detto:

      Dallo strano dialetto in cui ti esprimi (del tutto incomprensibile) direi che sei sempre Remeron che il Chianti se l’è bevuto: fatti coraggio ragazzo, le sbornie passano, magari un giorno o l’altro riacquisti pure lucidità e il tuo linguaggio sarà comprensibile pure ai comuni mortali il cui comprendonio si ferma alle lingue conosciute.

      • Remeron ha detto:

        smentisco, sobriamente, paternità addebitatemi grossolanamente soltanto perchè “forse” immaginate alzi(no) un po la media(lungi dall’essere all’altezza della mia poetica, o prosa), l’argomentare dell’anonimo, vi credete troppo centrali….
        senza considerare la mia umiltà che non ha bisogno d’arrampicarsi o mascherarsi per considerarvi se non giacchè già fui maschera, non ho abbastanza, tempo da perdere dietro a “VOI” direi “TU” se il blog avesse un’identità ben caratterizzata, pare invece(mi sbaglierò) evidente che si ripartiscano significanti tra il gatto e la volpe(piallata!!
        le tette comunque piccole anche solo capezzoli, mi sono sempre piaciute solitamente restutuiscono un sedere muscoloso; imperiale, l’origine del mondo, avrebbe detto Courbet.

    • paperi si nasce ha detto:

      Caro Chiantigiano, devo ammettere che veramente non avevo capito a cosa ti riferissi col tuo commento, anche perché sono abituato a commentare laddove l’argomento è trattato, e quindi prima di questo tuo “chiarimento” non sapevo a cosa stessi rispondendo.
      Adesso ho capito (?) e provo a risponderti.
      A parte il non trascurabile dettaglio che la mia risposta da Lady Lindy era una divertita replica al fatto che lei stessa definisse “post-apocalittici” certi suoi pensieri, non credo di aver fatto confusione su alcunché.
      Piuttosto, noto questo riflesso pavloviano che porta a riverberare tutto ciò che è attribuito a Casaleggio immediatamente a Grillo, al Movimento, e giù agli 8 milioni di elettori… Nessuno li ha nominati… Ma andiamo per ordine.
      I media negli ultimi tempi hanno cercato di avvalorare una immagine di Casaleggio non proprio corrispondente a una persona “sobria”. Non voglio entrare nel merito, e non credo che questo argomento debba essere usato e strumentalizzato in alcun modo.
      Tuttavia ha circolato e circola in rete un video, prodotto dalla società di Casaleggio ( http://www.casaleggio.it/thefutureofpolitics/ ) e che – per quanto sia stata smentita ogni connessione con l’autentico Casaleggio-pensiero – ha fruttato al Guru questa fama di elaboratore di scenari post-apocalittici (come altrimenti si potrebbe definire quanto illustrato in quel filmato?). Da cui la mia citazione nel commento (ripeto, con una connotazione decisamente faceta).
      Per quanto riguarda la seconda parte della mia presunta confusione, devo prima di ogni cosa premettere che ho un grande rispetto della Politica, e ho usato consapevolmente la maiuscola.
      Sebbene anche questa volta nel commento a Lady Lindy avevo un tono ironico, sono decisamente convinto che gli scenari di Gaia non siano politica, né con la minuscola né tantomeno con la maiuscola.
      A dirla tutta, temo che la confusione sia altrove. Temo che sia in chi associa alla fondazione o ispirazione di un gruppo che si presenta alle elezioni necessariamente un connotato politico.
      Ripeto, secondo me la politica è altro.
      E il fatto che otto milioni di persone abbiano votato per questa “cosa”, è un elemento che deve far riflettere sulla criticità della situazione generale, ma non attribuisce automaticamente una dignità politica all’idea (?) e a chi la rappresenta.
      Otto milioni di persone hanno partecipato a un che che sa di politica, tu ipotizzi… Io credo di no, almeno in larghissima parte. E’ una protesta, è una reazione allo stato delle cose, è disperazione, ma non è politica. Questi otto milioni possono avere il mio rispetto come singoli cittadini (e da essi pretendo altrettanto rispetto), ma non riconosco automaticamente un rispetto politico. Allo stesso modo in cui non ha il mio rispetto politico quel numero altrettanto grande di italiani che ha votato credendo a una promessa da parte di quella stessa persona che non ne ha mai mantenuta una negli ultimi vent’anni.

      • dal chianti ha detto:

        paperi si nasce
        (?, preferirei credere di rinascere lupetto e morire sdentato, spelacchiato o fucilato, che paperi si nasce
        (?, preferirei credere di rinascere lupetto e morire sdentato, spelacchiato o fucilato, che nel forno)
        sarebbe tutto da “post” posteriore e postato ? ci sta’.
        La satira a volte è s’ ‘a tira (se la tira, se la racconta) … e mi manca a volte sta sagacia.
        Per la tua visione del M5S mi porti un video che sai rifiutato dall’ interessato, perché opera di montaggio, mentre basterebbe andare dove ci sono gli originali, ed integrali, per avere più completa visione degli argomenti, ché se sono antipolitici … per l’ appunto, è contro sta politica di politicanti, ed è necessario fare fuori sta massa di ladroni, per poi iniziare a riequilibrare i diritti e i doveri della cittadinanza, col farci rendere il maltolto (da chi si sente derubato) da qui a 20 – 40 anni perpetrato, e che ci ha reso (o renderà, ma siamo vicini) a guerra tra poveri, tra nonni e nipoti, indigeni e naturalizzati (ovviamente st’ ultimi per ingrossare la massa con diritto d’ assistenza, sempre per l’ emergenza strutturale ben conosciuta, che l’ indurrà a legiferare come di conseguenza, e non credo per altre ragioni se non quelle elettorali); di installare in Parlamento nuovi politici che non hanno mai avuto la cosa pubblica in mano e che sottostanno a semplici regole di controllo e auto regolazione (regolamentazione) (un po’ come in Svizzera, ché son tutti pompieri e poliziotti, almeno tra gli attivi) senza caste e confinare i preti nel loro confessionali, impedendogli ingerenze e rendendoli contribuenti col loro turismo artistico che, per usucapione, gli si consente d’ intraprendere e mantenere; tirando le risorse per lo Stato da quello che è il valore italia, cioè il suolo, quello che c’ è sopra e quello che si può, o non può, costruirci ancora, senza servitù clericali, dicevo, e militari, soprattutto.
        Non vista così, la tua concezione del MoVimento, secondo me, è confusa … ma vedo che hai ben presente chi finora ci ha fregato che però (t’ ho capito bene ?) ancora li pensi politici …
        Poi ci sono le crociate (mizaar, DM, Barbara) che so’ partite lancia in resta verso l’ infedele macchiavellico con parlata astrusa … vediamo se ritornano con ancora la pila rintronata (pentola di coccio crepata che suona male … altrimenti detto se hanno capito almeno le parole)🙂
        state in salute

      • paperi si nasce ha detto:

        Provo a rispondere ancora alle tue osservazioni. Punto per punto, perché altrimenti mi perdo.
        “Per la tua visione del M5S mi porti un video che sai rifiutato dall’ interessato, perché opera di montaggio, mentre basterebbe andare dove ci sono gli originali, ed integrali, per avere più completa visione degli argomenti, ché se sono antipolitici …”
        1) Ti ho già detto nella mia precedente risposta che la mia citazione da Lady Lindy non si riferiva (né si interessava) ai contenuti politici o antipolitici del pensiero del tuo Guru, né men che meno alla mia visione del M5S, ma era soltanto una libera e scherzosa associazione del contenuto “apocalittico” del post della suddetta.
        2) Curiosa, e forse un po’ ingenua, la tua affermazione secondo cui quel video sarebbe rifiutato dall’interessato perché opera di montaggio. Il link che ho riportato ti rimanda al sito della Casaleggio Associati: vuoi dire che esso contiene cose rifiutate e disconosciute dal socio di maggioranza? E allora perché non le cancella? O è entrato l’hacker anche lì?

        “E’ necessario fare fuori sta massa di ladroni, per poi iniziare a riequilibrare i diritti e i doveri della cittadinanza, col farci rendere il maltolto (da chi si sente derubato) da qui a 20 – 40 anni perpetrato, e che ci ha reso (o renderà, ma siamo vicini) a guerra tra poveri, tra nonni e nipoti, indigeni e naturalizzati (ovviamente st’ ultimi per ingrossare la massa con diritto d’ assistenza, sempre per l’ emergenza strutturale ben conosciuta, che l’ indurrà a legiferare come di conseguenza, e non credo per altre ragioni se non quelle elettorali);”
        Trovo di una ingenuità disarmante quello che tu scrivi qui, e subito dopo.
        Tu puoi pensarla come vuoi, ma io non accetterò mai questo qualunquismo (costruito da venti anni di rivoluzione culturale basata su Striscia la notizia e organi di stampa affini e collaterali) che porta necessariamente a dire che sono tutti uguali! Non sono tutti uguali, come pure le guerre “fra nonni e nipoti”, fra “indigeni e naturalizzati” (sorvolo sul commento successivo) se mai ci saranno, saranno responsabilità di una cultura dell’egoismo che è stata coltivata (con ottimo successo, bisogna ammetterlo) solo da alcuni e non da tutti, e che va semplicemente respinta.

        “…di installare in Parlamento nuovi politici che non hanno mai avuto la cosa pubblica in mano e che sottostanno a semplici regole di controllo e auto regolazione (regolamentazione) (un po’ come in Svizzera, ché son tutti pompieri e poliziotti, almeno tra gli attivi) senza caste”
        Ancora una volta trovo ingenuo questo sentire tuo, peraltro così omologato e “à la page”. Non capisco dove starebbe il vantaggio di avere politici che non hanno mai avuto la cosa pubblica in mano… Gli ignoranti sono più bravi? Sei sicuro che bastino le regole di controllo e autoregolazione? Io non credo. Vedi, questa è la Politica che intendo io: la competenza nell’amministrare per il bene della gente. E questo non si improvvisa, né basta il buon senso o la presunta onestà.
        E una cosa è essere pompiere o poliziotto, o soldato della riserva, una cosa è essere investigatore, capo dei pompieri, o generale… Riflettici, per favore!

        “Non vista così, la tua concezione del MoVimento, secondo me, è confusa …”
        Sarà, probabilmente è confusa. Ma la tua è ingenua. Enormemente, vistosamente, e pericolosamente ingenua, ai limiti del fideismo, direi!

        Ciao

  8. dal chianti ha detto:

    ? D M
    che ti succede ? ti sfugge quel che ti circonda e, ammesso di sapere cosa, t’ imbarchi in situazioni cacofoniche (il mio linguaggio incomprensibile, secondo te) per eludere il presente e startene a girarti intorno, tanto per sentirti in faccende affaccendata perché è così che la vita scorre ?
    Se non afferri un alias (mi ci fai, ma non lo sono) o ubiquo, o pinco pallo estraneo, non hai che far domande, senza congetturare cosa e quanto sia attinente al comprendonio altrui.
    O pensi che di mondo, per quanto tu ne conosca, ci sia ‘na breccola (piccolo sasso) ch’ abbia scelto la sua collocazione ? ch’ abbia deciso in libertà con chi interagire ? e, su tutto, sia capiente, o consapevole, del mucchio che ne fa’ parte ??
    Un buon bicchiere, se non di più, ti potrà aiutare, e al caso offro io …

    • Remeron ha detto:

      non bevo pop chianti ma prosecco treviggiano, ceppo Glera, Azienda agricola Grassi
      Salute..

      • dal chianti ha detto:

        remerone, mi sai di tanto bibberònn …
        andrò contro i miei interessi ?…. MA NUN LO BEVE ER VINOOO !! qualunque ciofeca sia … !!
        poi ci hai pure er trip mistico…. inevitabile stanziare in un gregge di qualcuno
        n’ è meglio un trip che almeno ti fa vedé le luci spente ? s’ una strada co’ tutti li sentimenti ? te fa’ sentì l’ infrasuoni come l’ elefanti ? … o ‘ na canna … il narghilè, il bang …
        è meglio si, vacce piano co’ le cose acide …. al caso dopo un cannone, anche ‘na canna bella grossa menata sul groppone …

  9. Remeron ha detto:

    remerone-bibberone(al massimo). No; ho troppe responsabilità rispetto al mondo il THC mi imparanoia perchè porta a galla nel momento sbagliato il concetto magari giusto ma nell’immediato momento dell’ebrezza cannabinoide in cui dovrei godere di un’assenza totalitaria ascoltando musica con sensi “elevati” mi arriva la telefonata inconscia di una mia ex, la bolletta dell’enel, l’assicurazione della 4 ruote… capisci che non ha senso, il THC ha funzione in menti semplici che non riescono a fare autonomamente neanche 2 + 2 non c’è dunque pericolo che il pensiero libero prenda il sopravvento. Il mio pensiero prende il sopravvento anche quando sono iper lucido, troppo per questo mi smorzo col prosecco, ho la mente iperattiva dello scultore(quale sono) e siccome non faccio bozzetti ma vado direttamente di scalpello penumatico, dunque non riverso su carta la paranoia di una committenza) ho in mente tutti i bozzetti, il concetto d’infinito, l’universo, perchè dovrei dar la possibilità di impadronirsi di me all’arte la quale non sarebbe tale senza me ma dunque una montatura lisergico-simile con il THC, mettere un magaziniere a caso in un archivio monumentale, prospetta l’evenienza di appropriazioni, ruberie indebite, il mariulo sono io e non la skunk de merda o l’hashis conservata col piscio per farlo passare inosservato al naso dei cani sbirri, Le proprietà curative della cannabis sono nell’OCD e non nello sballo 15enne del THC, dipende molto dagli ibridi, quanta Sativa c’è nella pianta e quanta indica, è roba da intenditori come per il prosecco.
    Coram populo.

  10. Remeron ha detto:

    e comunque se vuoi continuare o impalcare una discussione appropriata col Biberone vai sul blog del tale “arnese” altrimenti mi vien da pensare che tu sia sempre una delle due istanze, gatto o volpe, prova a bussare;
    toc toc. chi è? Sto cazzo!
    ti faccio entrare; non ho niente da fare,😉

  11. blogdibarbara ha detto:

    E come disse Katharine Hepburn quando vide il futuro genero Sidney Poitier, “O mamma santa, posso dire mamma santa? Ebbene, mamma santa”. (Fortuna che almeno c’è questo spettacolo di musica e un paio di ragazze con le funzioni funzionanti).

  12. dal chianti ha detto:

    remeron
    e co sto cazzo ti vuoi dar da fare ?
    ho già capito, sei da strippo diventato un certosino ? della strada hai solo una direzione (non vedi la canna sul gobbone) e la tua logorrea spazia nell’ inverosimile, che t’ aggi’ a dicere … se ce credi pure tu !

  13. fab ha detto:

    Bellissimo brano, quanto ai commenti…non ho compreso

    • Diemme ha detto:

      @Fab: lascia perdere, non vale la pena di sporcarsi le mani con questa gente. Oltretutto, quale grande mancanza di rispetto nei confronti del blog ospitante! Paperi è un signore, e guarda ‘sti due come gli hanno insozzato il blog!

      Da me ci hanno provato a intervenire, uno ha i suoi commenti in moderazione e l’altro in spam.

  14. dal chianti ha detto:

    hoihioi diemme, sicura che hai tutte le facoltà in giusta misura e posizione ?
    io credo che senza salamelecchi ho dato una dritta, e una risposta, ad un incomprensione, o tergiversamento, al PADRON DI CASA, che per altro, oltre a dire che lui in casa sua accetta solo quel che vuol sentire e sa’, oltre se n’ astiene … buon pro ti faccia, papero giuggiolone🙂
    tu hai detto la tua senza riflettere e oso dire tanto per presenziare, (la “compartecipazione tra blogghisti” ?), come se foste angheriata da altri e alla fine ché da alquanto sgangherata, m’ accomuni con chi tu hai già incontrato e ci hai le traveggole ? …
    cancella il mio post dal tuo bloggone DM, perché io, da scimmia, t’ ho messo avanti le mani per un approccio, per altro scaturito dalla tua insulsa e allusiva generica risposta, dato che stai bene nel tuo branco, visto che ti comporti come il cane, azzanni le mani (scimmia e cane estratti da una favola Ganese)… stai bene Donnina Mediocre

    • Diemme ha detto:

      Magari Donnina, caro dal chianti, sono Donnona! Comunque grazie per il donnina, per un attimo mi sono potuta illudere, e grazie anche per il mediocre, “In medio stat virtus” 😀

  15. dal chianti ha detto:

    allora facciamo Donna di mezze virtù, ma di una quasi per niente se fosse sia, ovvero sei partita a spron battuto per accomunarmi a chi ho risposto e, dal come, dovreste aver capito come la penso, senza tanti complimenti e contumelie
    mi pare che ambedue (tu e il papero) avete pensieri sul futuro dei figli, e dato che ne vorrei e saprei discorrere, ma non discutere, facciamo che questo sia un interesse per chi vuole concorrere, fatene un motivo prospettico futuro e sinceriamoci se tra cause, realtà e possibilità in avvenire si possa leggere qualcosa comune a noi poveri mortali … questo perché a mia richiesta non m’ hai detto ch’ è stato un argomento da te passato sul blog.
    stai bene Donna di Mezzo ( … )
    attaccate all’ ajietto, sarebbe più esatto ” attaccate ar pajiariccio” = brodo di cipolla e aglio😦🙂

    • Diemme ha detto:

      Donna Moderna
      Dominatrice Megagalattica
      Divina Mantide
      Dama Misteriosa
      Deliziosa Meraviglia

      Un unico difetto ho: la tua lingua proprio non la capisco… tutti i miei studi di filologia evidentemente non sono serviti a nulla: Dannati Motti!

  16. dal chianti ha detto:

    ma proprio con una filologa mi devo trovare, finora, a quisquiliare ? riprendi l’ abecedario, ché mi sa di molte cose ti son sfuggite già da allora, dato che mi sento comune tra le chiacchiere, anche se non ho con molti in comune il senso, o la causa, dei malesseri …
    il colmo di un filologo ? parlare per motti

  17. blogdibarbara ha detto:

    Non per farmi i fatti degli altri ma così, per curiosità, che lingua parla questo signore? E, soprattutto, di che cosa parla?

  18. dal chianti ha detto:

    barbara nel blog del papero
    visto che chiedi in giro, ti rispondo direttamente, se il tipo col dialetto strano sono io
    visto che ti dai alle recensioni, potreste chiedere su quello che non hai afferrato della chiacchierata, piuttosto che lanciarti nel luogo comune di essere tra tanti a cui fa’ fatica qualunque sconosciuto ?

  19. blogdibarbara ha detto:

    barbara nel blog del papero
    ? Sarebbe una roba tipo Lucy in the Sky with Diamonds?
    visto che chiedi in giro
    No no, non ho chiesto in giro: ho chiesto solo qui!
    se il tipo col dialetto strano sono io
    Non ho parlato di dialetto, ho parlato di lingua. E non ho detto che è strana, ho detto che non so che lingua è: se uno si esprime in una delle 14 lingue che si parlano in India, per dire, non mi passa neanche per la testa di definirla una lingua strana, semplicemente non la riconosco e non so che lingua sia (a differenza per esempio, del portoghese, che non conosco però se uno lo parla so riconoscere che è portoghese).
    visto che ti dai alle recensioni
    Non ho capito il nesso con quello che segue: chi “si dà” alle recensioni può chiedere e chi si dà alla motonautica no?
    potreste chiedere
    Prima stavi parlando con me, chi sono le numerose persone alle quali ti stai rivolgendo adesso?
    potreste chiedere su quello che non hai afferrato della chiacchierata
    Ah, era una chiacchierata? E non me lo potevi dire prima? Quanto al chiedere quello che non ho afferrato, vedi, sarebbe come far ascoltare a un bambino italiano di tre anni una lezione di fisica quantistica in giapponese e poi chiedergli: quali sono esattamente i dettagli che non ti sono chiari?
    piuttosto che lanciarti nel luogo comune
    Apperò mattetupensa! E io che credevo che nei luoghi comuni ci si adagiasse e invece no adesso scopro che ci si lancia ma tu guarda un po’ che roba proprio vero che non ci sono più le mezze stagioni signora mia.
    di essere tra tanti a cui fa’ fatica qualunque sconosciuto ?
    Ecco, qui di nuovo non ho la minima idea di che lingua tu stia parlando: non la capisco, non la conosco, non ho idea di che cosa tu parli.
    P.S.: fa’ con l’apostrofo è imperativo; per l’indicativo non si deve mettere.

  20. dal chianti ha detto:

    barbara col (nel) blog
    la lingua t’ assicuro è la nostrana e ti diletti ad interpretare quello che gli altri dicono, di preciso scrivono, o no ?
    Se hai dimestichezza con virtute, canoscenza e dignitade, immagino dopo averle lette più di qualche volta, cosa che fareste bene a fare pure delle pensate fatte con altri a casa del papero, vedrai (?) che non sono solo chiacchiere.
    Al caso vuoi comprendere meglio, chiedi cosa ti sfugge e chiarisco, perché ci può stare che discorsi accennati ed iniziati da un’ altra parte, finiscono dove chi entra si raccapezza poco, per cui non prendendo per bambino giapponese nessuno, ti dovrebbe indicare un minimo d’ attenzione che t’ ho rivolto, come faccio con tutti fino a che non li scopro, anche perché il luogo comune è di facile assorbimento, mentre il lo vedo come se ti ci tuffi nel (luogo comune di) farti passare pigra, tonta alleggerita, tanto per mostrarti curiosa si e no, tanto per confermare se l’ intuito dice giusto o meno … cosa v’ è di meglio esercitare co’ gli sconosciuti ?

  21. dal chianti ha detto:

    … assorbimento, mentre io lo vedo come se ti ci tuffi …

  22. blogdibarbara ha detto:

    Sì, certo va bene, sono d’accordo su tutto, adesso non ti agitare, fra poco arrivano quei signori tanto simpatici col camice bianco, vedrai che ti faranno stare subito meglio, l’importante è che tu stia calmo (mentre lentamente indietreggio … passo dopo passo mi avvicino alla porta … furtivamente la apro … dissolvenza … … …)

  23. paperi si nasce ha detto:

    Un po’ di vita ordinaria mi ha tenuto lontano dal mio e dagli altrui blog per diversi giorni, e ho potuto soltanto seguire attraverso le notifiche in mail il proliferare inatteso di commenti su questo post. Vedendo i mittenti e gli incipit mi sono reso conto che non si trattava di commenti e dibattiti sulla qualità del blues inossidabile di Gary Moore, ma ho dovuto tenere a freno la curiosità (e l’inquietudine) fino a ieri sera.
    Adesso ho letto tutto, ma non posso dire di aver tutto compreso, anche perché la prosa chiantigiana non è di facile digeribilità, specialmente quando nasconde dietro una artificiale forma aulica un certo uso disinvolto (per non dire un disprezzo) di forme, generi, sintassi e ortografia.
    In ultima analisi, mi sono reso conto di aver letto tante parole in libertà, e per il futuro pregherei gli autori (se ancora dovessero sentire il bisogno di dire la loro sul mio blog) di conformare i loro commenti al tema del post al quale li attaccano.
    Inoltre, suggerirei di evitare di ricorrere all’inutile turpiloquio e alle offese gratuite.
    Questa volta, con buona pace di Gary Moore, ho lasciato correre ogni cosa. Ma la prossima volta mi armo di ramazza e cancello tutto.
    Non ho altro da aggiungere, salvo un commento diretto a alcune osservazioni che farò qui sopra, al posto giusto.

  24. paperi si nasce ha detto:

    Ah, dimenticavo. Ho aggiunto una moderazione ai commenti sul mio blog. Chiedo scusa se saranno pubblicati con qualche ritardo…

    • Diemme ha detto:

      Io credo che la moderazione sia assolutamente necessaria. Da me l’ho sempre avuta e, con buona pace di chi si è seccato perché non vedeva apparire subito i commenti, che me ne importa, si diano pace, sopravviveranno a un commento pubblicato in differita, mentre io starò più tranquilla che il mio blog in mia assenza non verrà insozzato. 😉

      • paperi si nasce ha detto:

        Io non l’ho mai avuta, e vorrei che non ce ne fosse bisogno… Vediamo come va!

      • dal chianti ha detto:

        secondo me sei fuori di zucca (comprendonio), perché preoccuparsi a sto modo di chi non conosci e avvalorare l’ ostico solo per la parlata … ti avrei dato link per assaggiare qualche argomento da me velocemente trattato, ma credo poco ti sia salutare e manco ci tengo s’ è per farti cambiare idea, dato che penso sia per te offensivo sto modo mio diretto di relazionarmi senza tanti “distinguo” e fregandomene, ci credi o meno, di veder pubblicato un mio commento, dato che son più curioso di quelli degli altri che dei miei, visto che abbastanza mi conosco
        puoi dar retta al papero se ti dice a chi è rivolto sta supposta censura previa moderazione, dato che da un po’ c’ incrociamo in altro loco
        stai bene

      • Diemme ha detto:

        Sì, do retta al papero, sicuro. In sua compagnia mi trovo bene, il suo linguaggio mi è chiaro, non ha mai mancato di rispetto, tutt’altro, perché non dovrei dargli retta?

        Evviva paperi si nasce!!!

  25. dal chianti ha detto:

    per onorare il post su Gary Moore credo di ricordare fece parte dell’ entourage di B.B. King, venendo a sua volta dalla chitarra di Roy Orbison … anche se sono della cultura rock 68′ ina, fo fatica con nomi e date, perché non ho mai avuto il bisogno di “comprare” musica, e coi Rollings Stones al Palazzetto all’ Eur, nel 66, scavalcammo bellamente e ci rimpiattammo anche per la sera
    per inciso: presentarono Let’s Spend the Night Together

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...