Per un anno che finisce

Siamo arrivati alle ultime ore del 2013.

Questi ultimi giorni sono andati per me in maniera un po’ diversa da come previsto, causa piccoli inconvenienti familiari, e l’inizio anno sarà un po’ “anomalo”, ma sono sicuramente dettagli. Il problema è che qui dove mi trovo non ho internet, se non attraverso il mio telefono aziendale, che chiamare smartphone è un’offesa agli Dei (che poi uno capisce perché il produttore di ‘sto coso sta fallendo…).
Per questo, avevo quasi deciso di lasciar perdere gli auguri di fine anno, ma poi mi sono reso conto che trascurare le tradizioni porta male, e quindi sto provando a scrivere direttamente sul telefonino, e chiedo scusa per ortografia e per formato grafico.

Il 2013 sta dunque finendo. Non è stato un anno brillante, soprattutto per noi come popolo e come Nazione. Sono molto preoccupato e pessimista, perché mi guardo in giro e vedo troppi segni simili a quelli che, i libri di storia ci insegnano, hanno in passato preceduto i momenti più bui della storia.
Ma lascio stare i consuntivi e i discorsi elevati. Li lascio al Capo dello Stato (il cui discorso di fine anno non ho mai seguito con particolare attenzione e che stasera seguirò contemporaneamente con tutte le televisioni e radio di cui dispongo).

Voglio invece essere ottimista e ricordare il 2013 con due eventi belli per la nostra piccola famiglia blogghistica:
Il primo è la nascita del bimbo che ha reso la piccola grande Lilla una super-nonna a tempo (quasi) pieno. ‘Sto pupattolo ci ha privati dei suoi post e delle sue cronache di ordinaria vita d’ufficio, ma è stato per una giusta causa e quindi lo si sopporta.
Il secondo è il matrimonio della carissima Susanna, alla quale auguro tanta felicità e fortuna, dopo tutta la malasorte che ha dovuto patire.

Del mio 2013 non ho molto da dire. Poteva essere un anno migliore – sono mancato ad alcuni appuntamenti, e alla mia età ogni occasione mancata è un’occasione persa – ma poteva anche essere molto molto peggiore, e quindi mi accontento.

Adesso comincia il 2014. Negli anni scorsi avevo talvolta lanciato una “parola d’ordine”, un proposito per l’anno nuovo (poi regolarmente disatteso).
Quest’anno ci riprovo, e il mio augurio per tutto il 2014 prende la forma di una forma verbale: esserci.

Mi sembra una parola abbastanza flessibile, che ognuno interpreti e faccia propria come vuole.
Potete considerarlo come esserci e basta, che già mi sembra un traguardo non scontato.
Potete considerarlo come esserci nella nostra piccola comunità, per continuare a ritrovarci e a scambiarci la nostra amicizia.
Potete considerarlo come esserci nei momenti importanti e nelle svolte della vostra vita, del vostro lavoro, della società civile.
Potete considerarlo come esserci per chi vi vuole bene, per chi ha bisogno di voi, per i vostri cari.
Insomma, in un modo o nell’altro… siateci!

Auguri di buon 2014 e, appena torno a avere un pc e un internet come si deve, ci si rivede.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Per un anno che finisce

  1. Harielle ha detto:

    A presto per il prossimo anno nuovo, Papero caro, stiamo diventando una piccola famiglia virtuale ormai, ti lascio come augurio la parola inglese che meglio esprime il concetto: Blessings!

  2. Diemme ha detto:

    E allora siici! Io, da parte mia, ci sarò: buon 2014! ♥

  3. Aida ha detto:

    E va beh, dai. Dopotutto basta esserci e augurare sempre un buon anno!

  4. Bis ha detto:

    Ci sarò! Mi sembra l’augurio migliore che si possa fare! Buon 2014 anche a te!

  5. silykot ha detto:

    io ci sarò.
    E grazie a te di esserci.
    Sai quanto è importante.

  6. mizaar ha detto:

    be’, ci stiamo già allargando nel 2014 e non è poco! ogni giorno è un giorno dedicato alla causa – quale che sia, va bene comunque! fede noi DOBBIAMO esserci, altrimenti il circolo pickwick va a rotoli! baci baci

  7. fab ha detto:

    ottimo proposito: allora siamoci :-))

  8. kalissa2010 ha detto:

    Felice duemilaquattordici!

  9. Maggie May...be ha detto:

    Ho letto il tuo post dalla posta sul cellulare. Poi non sono riuscita a ritagliarmi un po’ di tempo per venire a commentare e ringraziarti per aver menzionato il mio matrimonio come evento bello da ricordare nel 2013. Ne sono molto onorata!
    Il mio 2014 non è iniziato nel migliore dei modi, quindi spero che possa solo migliorare. E spero di esserci!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...